Gaeta tra i borghi più belli d’Italia: 72 i parametri da superare

0
1087

Gaeta si aggiudica il premio “Borgo Ospite” del Club dei “Borghi più belli d’Italia”, conferito dall’omonima associazione istituita su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), per il secondo biennio consecutivo.

Cos’è il ‘Borgo Ospite’ e quali sono le caratteristiche necessarie per entrare nel circuito. Radio Show Italia 103e5 lo ha chiesto a Fiorello Primi, presidente dei Borghi d’Italia:

“L’associazione ha deciso qualche anno fa di ospitare una parte di una cittadina superiore a 15.000 abitanti, una per regione. La cittadina che fa richiesta di entrare nell’associazione si sottopone a verifica e se ha le caratteristiche allora la ammettiamo come borgo ospite dei borghi più belli d’Italia per due anni, e se non c’è nessun’altra città che lo chiede nella stessa regione può essere ospitata ancora per due anni; questo è stato il percorso che ha fatto Gaeta che è l’unico comune sopra i 15.000 abitanti il cui centro storico fa parte dei Borghi più Belli d’Italia nel Lazio. 

Gaeta è stata verificata come tutti gli altri borghi e ha passato l’esame dei 72 parametri, ha raggiunto il punteggio sufficiente per essere qualificata come uno dei borghi più belli d’Italia ancorché per un periodo limitato di tempo”.

“Per essere ammessi, comunque, è molto complicato: bisogna fare la domanda tramite consiglio comunale, poi riuscire a entrare in una lista annuale di visite e poi va il verificatore che valuta il borgo con una scheda che ha ben 72 parametri, a ogni parametro viene assegnato un punteggio. Chi raggiunge un certo numero di punti viene ammesso oppure viene riciclato. 

Noi in questi vent’anni abbiamo visitato circa 800 borghi dei Comuni sotto i 15.000 abitanti. Ne abbiamo ancora 85/90 in lista di attesa e ne sono stati ammessi 320”.

“Noi valutiamo anche la qualità degli interventi che sono stati fatti nel corso degli anni che hanno cercato di mantenere quanto più possibile intatta la bellezza del borgo; valutiamo anche la volontà che hanno gli amministratori del momento di continuare nell’opera di miglioramento. Per esempio a Gaeta abbiamo verificato, da quando siamo stati la prima volta a parlarne, che hanno fatto diversi interventi di miglioramento in questi ultimi anni: dal lungomare all’interno nel borgo al recupero di chiese”.

“Un processo di miglioramento che è un miglioramento verso la qualità della vita di chi ci risiede, poi chiaramente misuriamo anche l’attrattività turistica del borgo quindi la capacità ricettiva, il sistema di ospitalità, di accoglienza”

“Stiamo valutando insieme al Comune di Gaeta di organizzare all’inizio dell’estate il primo Festival nazionale dei borghi più belli d’Italia che stanno sulle acque, quindi sui laghi o vicini al mare. Ci stiamo lavorando, Covid permettendo”.

Ricordiamo che nel suo bottino la Riviera di Ulisse ha anche la splendida Sperlonga, tra i borghi più belli d’Italia da quasi vent’anni.