Il Sindaco di Gaeta incontra il Comandante della Base americana di Bagnoli. Mitrano propone l’apertura ai gaetani dell’Old Mill In

Foto incontro Comandante Carpenter e SindacoSi è svolto, nella  mattinata  del 24 novembre,  all’insegna della cordialità e dell’amicizia, l’incontro tra il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano ed il Capitano di Vascello Douglas W. Carpenter, Comandante della Base Logistica americana di Bagnoli (NA), da cui dipende  la base gaetana.  Presente anche il Comandante della Base Logistica di Gaeta Jeffrey Silkin.

Da quasi 50 anni nella cittadina del Golfo, sede di una Base Navale e di una Base logistica di terra, la comunità americana è ben integrata e  ha salde radici nel territorio comunale. Importante anche l’aspetto economico di tale presenza, grazie all’indotto realizzato attraverso le varie attività di supporto alle Basi, che coinvolgono operatori locali.

Primo obiettivo della riunione, voluta fortemente dal Primo Cittadino e dal Comandante Carpenter,  lo sviluppo  delle relazioni e dei legami di amicizia italo – americana.

Da entrambe le parti è stata manifestata la piena volontà di arricchire ed intensificare una già viva collaborazione. Si è stabilito di  programmare insieme, per il prossimo anno, una serie di manifestazioni che vedrà protagoniste le due comunità.  Intanto il 13 dicembre prossimo si svolgerà l’annuale Maratonina di Natale “Jingle Bell Race”, che vedrà correre per le vie della città sportivi americani e gaetani, grandi e piccini. Mentre il 17 dicembre si terrà l’Open House: dalle ore 9 alle ore 11 sarà possibile visitare USS Mount Whitney, nave ammiraglia della VI Flotta USA, di stanza a Gaeta.

Dal Sindaco Mitrano anche la proposta al Comandante Carpenter di aprire alla comunità gaetana la  bellissima area americana dell’Old Mill In.

Un’ampia zona verde della nostra cittàha detto il Sindaco Mitranoche potrebbe essere utilizzata come location  per eventi congiunti e  come luogo ricreativo  – sportivo anche per i nostri ragazzi.

Grande disponibilità è stata espressa dal Comandante della Base americana di Bagnoli a considerare ogni iniziativa volta ad accrescere l’integrazione tra le due comunità.