Il 27 maggio 2020, durante la decorsa notte, in Pontinia, i Carabinieri della locale stazione, nell’ambito di servizi di controllo del territorio, traevano in arresto in flagranza dei reati di violenza-minaccia-resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e rifiuto di sottoporsi ad accertamenti sullo stato di ebbrezza, nonché porto abusivo di coltello, un 43 enne di Terracina.

Il prevenuto, sottoposto a controllo alla guida di un ciclomotore, in evidente stato di ebrezza alcoolica, sprovvisto di patente guida poiché revocata, durante gli accertamenti condotti dai militari operanti, inveiva contro gli stessi con frasi minacciose ed oltraggiose, facendo inoltre rovinare a terra, dopo averlo spintonato, uno dei carabinieri presenti, nel tentativo di impedire la stesura dei verbali.

Veniva quindi bloccato con l’ausilio di altro equipaggio dell’arma intervenuto in supporto e sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama da 3 cm, sottoposto a sequestro.

Accompagnato presso il locale comando stazione, l’arrestato danneggiava varie suppellettili all’interno degli uffici del comando arma, resistendo violentemente all’arresto.

Nella mattinata odierna verrà celebrato il rito direttissimo.