In questi mesi assistiamo alle grandi vittorie giudiziarie del Presidente Berlusconi vittima di un accanimento giudiziario da parte di una magistratura politicizzata di sinistra. I malumori aumento però sui territori all’interno del movimento liberale il giovane coordinatore provinciale dell’Esercito di Silvio di Latina e presidente del Club Forza Silvio di Itri Michele Pezza ci porta ancora una volta una nota stonata e critica nei confronti dei dirigenti della provincia. Cecetramite i suoi collaboratori fa sapere anche delle sue dimissioni dai ruoli che ricopre affermando che : Assisto ormai da tempo al crollo verticale di Forza Italia nei nostri territori, le nostre sedi chiudono ed nostri dirigenti provinciali e regionali sono assenti sul territorio vedere che il nostro movimento apre i suoi orizzonti  alla sinistra democratica che oggi governa il nostro Paese con un vile e vergognoso golpe come ultimante è accaduto ad Itri non sento più lo stimolo di continuare a lottare in questa compagine politica che pur di vincere è pronta a contrattare con il “nemico”. Forza Italia, sta vivendo un periodo buio e soprattutto non riesce a ritrovare la retta via sui programmi e sulle nuove generazioni che vogliono mettersi in gioco, sono stanco di questi giochetti, ad Itri mentre eravamo impegnati nel ricostruire il centro destra, improvvisamente ci siamo ritrovati il nostro direttivo nella sede del PD che dialogava sulle future possibili alleanze. Lascio Forza Italia, con grande amarezza e delusione, porgo il miocaloroso saluto a tutte quelle persone fantastiche che hanno creduto in me e che ho conosciuto in questa mia breve ma intensa azione politica con Forza Italia in tutta la Provincia di Latina porgo i miei saluti Giovanni Iacoi coordinatore Regionale dell’Esercito di Silvio aleader nazionale Simone Furlan presidente e fondatore dell’Esercito di Silvio al segretario cittadino forzista di Itri Gianfranco Notarianni a Marcello Fiori responsabile nazionale dei Club Forza Silvio i quali non smetterò maidi apprezzare per il loro stile di fare politica e la loro voglia di lottare per i cittadiniAdesso mi dedicherò o di più alla famiglia e al lavoro e non posso nascondervi cari amici e sostenitori che in questi giorni sono anche molto attento alle iniziative dei giovani di Sovranità nel sud pontino che stanno portando un vento nuovo di destra ed un programma politico ben preciso che mette al centro delle loro azioni politiche prima gli italiani penso che questa Europa deve ritornare ad essere dei popoli e la nostra bella e gloriosa Italia deve ritornare ad essere sovrana del suo futuroChiudo con queste due parole onore e dignità alla nostra comunità cittadina e al nostro paese.”