Nella giornata di ieri, durante la consueta attività di vigilanza portuale, i militari dell’ Ufficio Locale Marittimo di Formia hanno riscontrato che un motopesca di circa 7 metri, iscritto nei Registri di Baia (NA) ed ormeggiato presso il porticciolo Caposele di Formia, era affondato a causa delle avverse condizioni meteorologiche che hanno interessato il litorale del Sud Lazio negli ultimi giorni.

I militari, dopo essersi assicurati che nessuna forma di inquinamento fosse in atto nello specchio acqueo interessato dall’evento, hanno provveduto a diffidare l’armatore e proprietario dell’unità, subito intervenuto in zona, a porre in essere tutte le azioni atte a scongiurare pericoli di inquinamento per l’ambiente marino e per la sicurezza della navigazione in ambito portuale.

L’armatore ha provveduto quindi a contattare una ditta specializzata ed il sommozzatore in servizio locale.

Le operazioni di recupero si sono svolte questa mattina senza particolari criticità: una volta messo in sicurezza, il motopesca è stato caricato su un camion per il successivo trasporto ed alaggio a terra.

Il tempestivo intervento della Guardia Costiera e degli operatori portuali coinvolti ha permesso di evitare problemi di sicurezza portuale causati dall’affondamento dell’unità, nonchè pericoli di inquinamento per l’ecosistema marino.

Sono in corso da parte della Guardia Costiera di Formia ulteriori accertamenti in merito a quanto accaduto.