Parcheggio Spaltoni a Gaeta. De Simone risponde al Comitato per il “No”

0
68
Pasquale De Simone

Pasquale De Simone
Pasquale De Simone
Occorre indossare l’abito del coraggio e andare avanti senza tentennamenti nè cedimenti, contrastando con l’arma del raziocinio, della preparazione e delle motivazioni chi ha costantemente la febbre di dire sempre NO ad ogni iniziativa di cambiamento, affidandosi a motivazioni “varie ed eventuali”.
La realizzazione di standard urbanistici nella nostra citta’ è un’esigenza imprescindibile, ineluttabile, improcrastinabile , appare infatti insensata la posizione aprioristicamente preconcetta verso un possibile ulteriore sviluppo della città.
Emerge in maniera forte una posizione miope, non lucida, non razionale che non solo non tiene conto della robusta necessita’ di dare risposte in termini di viabilità con la razionalizzazione e riqualificazione della mobilità in accesso/egresso nell’intero perimetro cittadino, ma soprattutto non è sintonia con una città che guarda finalmente ma faticosamente verso la destagionalizzazione dei flussi turistici. In questa direzione pensiamo all’organizzazione del turismo religioso, ai provvedimenti embrionali che sospendono la sosta cittadina nel periodo invernale, agli incentivi per gli spazi dehors delle attività commerciali.
Una scelta progettuale di ampio respiro, ben contestualizzata che non ferisce la memoria paesaggistica e urbanistica della nostra città. AGGIUNGO: in merito alla sostenibilità dell’intervento, si è tenuta in data 17/05/2016 una conferenza preliminare tesa a verificare sia la procedura che eventuali aspetti critici da tener in debito conto nella successiva fase progettuale. In particolare l’Ente Parco, con il quale sin dall’inizio si sta condividendo e promuovendo l’iniziativa, sta verificando la compatibilità dell’intervento con la specifica normativa del Piano di assetto del Parco, in particolare per gli aspetti geologici. Ad oggi non sono stati evidenziati elementi preclusivi alla realizzazione dell’intervento che, sebbene costoso (parliamo di una stima preliminare di € 8.822.750 al netto dell’IVA) è da realizzarsi, come stabilito dalla Giunta con Del. n° 316/2015, tramite finanza di progetto; la giunta ha stabilito inoltre che la partecipazione con fondi pubblici all’intervento avverrà o meno sulla base delle risultanze delle valutazioni definitive della sostenibilità tecnico-economica.
In data 15/09/2016 è prevista la seduta conclusiva della conferenza preliminare, nella quale si ritiene si acquisiranno sicuramente elementi utili al corretto inquadramento dell’iniziativa.
Vanno difese entrambe le localizzazioni sia nel centro storico Sant’Erasmo che in località Spaltoni. Cosa diversa, invece, non tanto per la scelta progettuale degli Spaltoni, quella di rivedere la scelta edilizia eventualmente riducendo il carico progettuale, con un organismo edilizio ben armonizzato con le aree adiacenti.
Mi farò promotore della creazione del comitato per la realizzazione di queste importanti opere, coinvolgendo tecnici e un ricercatore della cattedra di diritto urbanistico dell’Universita’ di Napoli per sensibilizzare e coinvolgere la città in questa possibilità di crescita cittadina.

dr. Pasquale De Simone