Qualità dei servizi, ecosostenibilità e infrastrutture: un nuovo modello di sviluppo economico per Gaeta

0
399

Individuazione degli asset strategici della Città, porte aperte agli investimenti sul territorio e realizzazione degli stessi puntando alla burocrazia zero. È questo il percorso da intraprendere e seguire per puntare al massimo sviluppo economico di Gaeta, oggetto di discussione nell’ultimo tavolo del LAB32, il Laboratorio programmatico 2022-2032 ideato dalla coalizione elettorale per Cristian Leccese sindaco.

La crescita quantitativa, ma soprattutto qualitativa, dell’economia del territorio, infatti, deve far necessariamente leva sullo snellimento burocratico e l’innovazione dei procedimenti e degli strumenti urbanistici, affinché siano quanto più dinamici e attuali rispetto alle esigenze del mercato, al supporto delle piccole e medie imprese e al potenziamento di infrastrutture pubbliche locali.

A tal proposito, la strategia da attuare, anche in considerazione dei fondi messi a disposizione dal PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, non può prescindere dall’ecosostenibilità, dall’innovazione tecnologica, dall’internazionalizzazione e, in particolare, dalla qualità dei servizi, sia a sostegno del turismo che della progettazione, con finalità di ricaduta occupazionale.

Il circuito economico della città di Gaeta è basato su due macrosettori: da una parte il turismo, dall’altra il commercio, l’artigianato locale e la piccola industria, che comprendono al loro interno la pesca, la portualità, diporto e cantieristica, servizi pubblici e terziario. La formula che possa garantire un maggior investimento in futuro dipende dagli attori, pubblici e privati, ma soprattutto dalle politiche di sviluppo che l’Amministrazione comunale decide di stabilire. Una visione politica che mira ad “investimenti immateriali”, come digitalizzazione e professionalizzazione, per poter trasformare in realtà il sogno della burocrazia zero.

Per realizzare tutto questo, si è pensato alla creazione ex novo di un ufficio strategico per le attività produttive, diretto al supporto del mondo economico (start-up, piccole, medie e grandi imprese), capace di attrarre amministrativamente tutte le competenze per dare risposte chiare e rapide alle richieste presentate, evitando di produrre la moltiplicazione delle procedure in base ai diversi uffici della Pubblica amministrazione. Lo sportello, inoltre, assumerà un ruolo di guida, indirizzando le scelte, istruendo le pratiche e informando adeguatamente circa le possibilità di sviluppo, i regolamenti adottati e le norme in vigore. Essere pronti a recepire le istanze, di imprese e cittadini, attraverso la velocizzazione e lo snellimento burocratico, significa dare certezza e attrarre maggiori investimenti nella Città.

Di fondamentale importanza per lo sviluppo economico del territorio, inoltre, sarà la realizzazione di infrastrutture pubbliche, come reti di mobilità e digitali, oltre alla riqualificazione di aree residenziali e quartieri, con l’obiettivo di incrementare l’attrattività turistica e commerciale. Risulta essere, dunque, di strategica rilevanza la redazione e approvazione di piani di coordinamento settoriali, tra cui il piano commercio, al fine di valorizzare e rilanciare il commercio cittadino, in modo particolare nelle zone storiche; il piano dell’artigianato e quello dei servizi, puntando l’attenzione su viabilità e zone di sosta.

«Sono convinto – ha sottolineato Cristian Leccese – che Gaeta abbia tutte le capacità e le prerogative per poter sviluppare una nuova economia basata sulla sostenibilità, facendo leva sul proprio patrimonio naturale: l’ambiente, la cultura e il mare. La nostra Città offre molteplici opportunità in tal senso, ma è necessario creare le condizioni affinché si possa dare attuazione in tempi certi e con modalità ben definite alle varie progettualità avanzate dal mondo dell’imprenditoria locale».

Il prossimo appuntamento con il LAB32 è per lunedì 28 febbraio, con il tavolo riguardante “Salute e sociale”, a partire dalle ore 18:30. Le prenotazioni sono aperte attraverso il form presente sul sito www.leccesesindaco.it, sezione LAB32 (www.leccesesindaco.it/lab32), inviando una mail all’indirizzo cristian@cristianleccese.it o un messaggio Whatsapp al numero 3939054647.