contatore statistiche per siti
mercoledì, 23 agosto 2017

Bracciate per l’Europa…. quando lo Sport fa vincere i valori

 

 

Una traversata da record si è svolta dall’isola di Ventotene alla città di Gaeta, tra la notte di venerdì 14 e la giornata di domenica 15 luglio. Ma non il solito record fatto di tempi e risultati sportivi: in questo caso si tratta di un record speciale di alti valori umani, realizzato da validi nuotatori ambasciatori dello spirito europeo.

15 atleti della Serapo Sport Master di Gaeta hanno nuotato per sensibilizzare e far rifiorire il senso di appartenenza all’Europa e ribadire, bracciata dopo bracciata, l’importanza dell’unione tra i popoli per il rafforzamento dei principi della civile convivenza e della Pace del mondo. Portavano con sé il Manifesto Europeo dello Sport che racchiude i principi fondamentali di ogni atleta o sportivo e che mira a valorizzare l’Unione Europea attraverso lo Sport individuando 8 punti focali. Un Manifesto che si unisce a quello di Ventotene, scritto su quest’isola da Altiero Spinelli, da cui la stessa Europa ha preso spunto per la sua creazione sociale, politica e territoriale.

La traversata è stata patrocinata dal Parlamento Europeo e dai Comuni di Gaeta e Ventotene, ed ha visto la collaborazione di: Scuola Nautica della Guardia di Finanza, Yacht Club Gaeta, Base Nautica Flavio Gioia, Club Nautico, Atmosfera Sport. Media Partner RTG Telegolfo.

Questi i nomi dei 15 atleti, autori della grande impresa: Antonio Pasciuto, Laura Iudicone, Marida Di Macco, Silvio Monco, Giorgio Marinaccio, Alessia Vaudo, Salvatore Colozzo, Francesco Pasciuto, Federico Di Florio, Iolanda Monco, Donato Basile, Enzo Cimino, Antonietta Dragonetti, Marco Dies, Cosmo Cavicchio.

La partenza avvenuta da Ventotene alle 23:05 con il capitano e allenatore Antonio Pasciuto, ad iniziare la traversata una bracciata dietro l’altra, per poi dare il cambio, in una staffetta infinita, ai propri “ragazzi”. Testimone (simboleggiato da un tocco sulla spalla del proprio compagno) passato, per le prime ore, ogni 30 minuti circa. Fino alle primissime ore del giorno. Poi, dalle 5 del mattino in poi, ogni 15 minuti. Mare tutto sommato amico, almeno per la maggior parte della traversata. A metà mattinata una corrente contraria e qualche onda di troppo hanno messo a dura prova gli atleti. Dieci uomini e cinque donne, arrivati a questa impresa dopo mesi di allenamenti durissimi. Già protagonisti ai campionati Europei e Mondiali di nuoto Master. Al séguito della traversata la barca pilota “Alcatraz” e quelle di supporto “Sant’Elena” e “Fra’ Diavolo”.

Si erano stimate circa 16 ore di nuoto, ne sono bastate poco meno di 14. Scortati dalla Guardia di Finanza, l’arrivo a Gaeta poco prima delle 13 del 15 luglio, tra gli applausi della folla in attesa. Nel tardo pomeriggio la premiazione e la firma del Manifesto dello Sport da parte del Vice-Sindaco di Gaeta Angelo Magliozzi, dopo quella del primo cittadino di Ventotene Gerardo Santomauro, apposta prima della partenza dall’isola. Il documento è stato siglato da tutti i nuotatori protagonisti della traversata, dal collaboratore del Sindaco di Gaeta per lo Sport Gigi Ridolfi, dai Dirigenti Scolastici dell’ITC Dante Alighieri” di Formia e dell’Istituto Altiero Spinelli di Ventotene, dai promotori dell’iniziativa. Ha firmato il Manifesto anche l’atleta Daniele Masala, pluricampione olimpico di pentathlon moderno, testimonial dell’impresa sportiva in sé e del messaggio del Manifesto dello Sport.

Il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, impossibilitato a partecipare alla cerimonia di premiazione sul Molo Santa Maria per impegni inderogabili, precedentemente assunti, ha fatto pervenire agli organizzatori ed agli atleti, tramite il Vice Sindaco Magliozzi, i complimenti per il successo dell’evento, ma sopratutto per lo spirito europeistico che l’ha animato, per l’alto valore delle sue finalità, per il grande insegnamento che viene dato ai giovani perché possano avere maggior fiducia e credere nelle importanti potenzialità dell’Unione Europea.

Il Manifesto siglato sarà diffuso all’inizio dell’anno scolastico nelle scuole e consegnato agli studenti ha sottolineato il Vice Sindaco Magliozzi – perché lo sport sia veicolo determinante per la promozione dello spirito europeistico di unione tra i Popoli e di alti valori sociali sopratutto tra i giovani”.

Dall’Amministrazione Comunale un grazie sincero alla Scuola Nautica della Guardia Finanza che ha garantito la piena assistenza e sicurezza degli atleti, favorendo così la riuscita della manifestazione.