contatore statistiche per siti
giovedì, 14 novembre 2019

Da Itri a Salamanca, 9 mesi in Spagna a sostenere bambini e ragazzi svantaggiati

 

 

Inizia oggi l’esperienza di volontariato che vedrà Manuel De Donatis, giovane itrano residente a Gaeta, coinvolto in attività educative rivolte a giovani svantaggiati.

Dopo anni di crescita e di esperienza all’interno dell’associazione Esplora di Itri (LT) Manuel si è unito al Corpo Europeo di Solidarietà per trascorrere 9 mesi collaborando con Casa Escuela Santiago Uno, a Salamanca. 

Il Corpo europeo di solidarietà è la nuova iniziativa dell’Unione europea che offre ai giovani opportunità di lavoro o di volontariato nell’ambito di progetti destinati ad aiutare comunità o popolazioni in Europa.

Il Corpo europeo di solidarietà riunisce giovani con l’obiettivo di costruire una società più inclusiva, prestare aiuto a persone vulnerabili e rispondere ai problemi sociali. Offre la possibilità di vivere un’esperienza ispiratrice e arricchente per giovani intenzionati ad aiutare, imparare e crescere. I partecipanti del Corpo europeo di solidarietà condividono i valori della solidarietà e del rispetto per la dignità umana e i diritti umani, e credono nella promozione di una società giusta ed equa nella quale predominino il pluralismo, la non discriminazione, la tolleranza, la giustizia, la solidarietà e l’uguaglianza; si impegnano per aumentare la solidarietà tra i popoli, nel rispetto delle loro culture e delle loro tradizioni, e mirano a creare una comunità fatta di responsabilità condivise e sostegno reciproco sono intenzionati a contribuire in modo significativo alla società e dimostrano solidarietà, cooperazione e reciproca comprensione.

Ed è così che Manuel trascorrerà i prossimi 9 mesi, inserendosi nelle attività della Casa Escuela Santiago Uno, casa residenziale per giovani provenienti da contesti svantaggiati. Grazie alle attività di educazione non formale, come la scuola di circo, la scuola di cinema, la scuola itinerante, l’ippoterapia, Santiago Uno costruisce itinerari individualizzati e possibili con cui accompagnare i ragazzi fino alla loro emancipazione, per fare del bene, essere utile e contribuire a una società più giusta.

Un grosso in bocca al lupo a Manuel che siamo certi rappresenterà al meglio la nostra terra, i nostri valori e lo spirito di collaborazione e solidarietà rappresentativi dei cittadini europei. 

Per ricevere informazioni sul Corpo Europeo di Solidarietà e capire come partecipare contatta Esplora volontariato@esploriamo.org