Il Viminale ha pubblicato il nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti.

In realtà, come si può osservare, il nuovo modulo e il precedente  sono praticamente uguali se si eccettua la cancellazione nell’ultima versione di alcune parti presenti nell’autocertificazione valida fino al 4 maggio.

Utilizzabile dal 4 maggio anche il precedente modello barrando le voci non più attuali.

Nel nuovo modulo manca la tanto attesa parte sui congiunti, voce invece presente nei molti moduli fake girati in questi giorni.

Al fine di dichiarare una visita ad un “congiunto” bisogna compilare lo spazio «a questo riguardo dichiara che…»

L’autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo.

Ecco il modello da scaricare

nuovo_modello_autodichiarazione_editabile_maggio_2020