Nell’ultimo mese, il Personale della Polizia di Stato di Latina, nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto dei giochi illegali ed al contenimento delle problematiche sociali connesse alla ludopatia, al fine di meglio controllare e monitorare il territorio anche per evitare eventuali infiltrazioni criminali di spessore, ha effettuato approfonditi e specifici controlli di natura amministrativa.

L’azione di contrasto posta in essere nell’ambito della propria giurisdizione sinergicamente dal personale della Polizia Amministrativa e della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Gaeta, ha evidenziato che alcuni centri di raccolta di scommesse su eventi sportivi nazionali ed internazionali operavano in totale assenza di autorizzazione rilasciata dalla Questura.

Tra l’altro è emerso che gli stessi riscuotevano e provvedevano al pagamento delle vincite delle scommesse on-line effettuate con “corner” esteri non autorizzati dallo stato italiano, eludendo così il pagamento degli oneri di concessione e dei tributi erariali dovuti per l’attività svolta nello stato italiano, evidenziando così anche evasione fiscale.

Pertanto sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Cassino per aver violato la normativa vigente cinque titolari di agenzie di raccolte di scommesse di Gaeta.

Tra l’altro sono stati richiesti anche provvedimenti di sequestro dei supporti informatici utilizzati per l’esercizio delle attività ritenute contro legge.