contatore statistiche per siti
lunedì, 27 gennaio 2020

Gaeta, nuovamente consentito l’uso dell’acqua

 

 

DIPARTIMENTO
CURA, QUALITA DEL TERRITORIO E SOSTENIBILITA AMBIENTALE

ORDINANZA
N.4 del 09/01/2020

Oggetto: REVOCA DELL’ORDINANZA SINDACALE N. 526 DEL 23/12/2019

Oggetto:

REVOCA DELL’ORDINANZA SINDACALE, N. 526 DEL 23/12/2019

ORDINANZA

IL SINDACO

Richiamate:

– la nota dell’ASL – U.O.C. Servizio Igiene, Alimenti e Nutrizione prot. 27407 del 23/12/2019 acquisita al protocollo di questo Ente al n° 64762 del 23/12/2019, con la quale si informava che “alla luce delle comunicazioni dell’Ente Gestore Acqualatina del 23/12/2019 si comunica che è necessario, a tutela della salute pubblica, emettere le ordinanze di non potabilità fino al rientro del parametro di cui all’oggetto”;

– l’ordinanza sindacale n. 526 del 23/12/2019, con la quale si disponeva il divieto dell’utilizzo dell’acqua erogata dal gestore pubblico, per usi igienici ed alimentari, in tutto il territorio comunale;

Vista la nota dell’ASL di Latina – Dipartimento di Prevenzione UOC Igiene Alimenti e Nutrizione sede di Minturno n° 1043 del 08/01/2020, acquisita in data 09/01/2020 al protocollo del Comune di Gaeta al n.1152 con la quale si comunica che: “gli esiti analitici trasmessi dall’Arpa Lazio di Latina in data odierna e relativi ai campionamenti effettuati da personale del SIAN in data 07/01/2020, confermano il rientro del parametro torbidità e l’assenza di carica microbiologica e pertanto esistono, al momento, le condizioni per la revoca delle precedenti Ordinanze di non potabilità”;

Preso atto quindi del rientro dei parametri nei limiti di potabilità previsti dal D.Lgs 2/2/2001 n. 31;

Ritenuto quindi doversi provvedere in merito, disponendo la revoca dell’Ordinanza n. 526 del 23/12/2019; Visto l’art. 50 del Dlgs. 18/08/2000 n. 267;

ORDINA

la revoca della precedente ordinanza Sindacale n. 526 del 23/12/2019 a partire dalla data odierna, essendo cessate le cause della sua adozione.

DISPONE

Che, pertanto, è nuovamente consentito l’uso dell’acqua destinata al consumo umano per usi igienici ed alimentari.

La presente Ordinanza è trasmessa alla Polizia Locale ed alle Forze dell’Ordine.

Il presente provvedimento è altresì divulgato ai cittadini con le opportune modalità mediante comunicazioni agli organi di informazione, affissione all’Albo pretorio e tramite la pubblicazione sul sito web istituzionale dell’Ente.

AVVERTE

Che avverso questo provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa del Lazio o, in via straordinaria, al Capo dello Stato, rispettivamente entro sessanta giorni e centoventi giorni dalla data di notifica del presente provvedimento.

Il Sindaco

Dr. Cosmo Mitrano