Sarà un eeek emozionante, le “Favole di Luce” si arricchiscono di un importante evento che torna in Italia dopo 20 anni. Lo show andrà in scena nelle giornate di venerdì, dabato e domenica dalle ore 15 alle ore 21. Ecco il programma:

  • Venerdì tutti gli scultori lavoreranno in squadra realizzando una scultura monumentale, attraverso l’unione di 20 blocchi di ghiaccio (circa 3 tonnellate di peso)
  • Sabato/Domenica invece sarà gara, dalle 15 alle 21: 2 manche da 3 ore dove ogni artista dovrà scolpire 2 blocchi a tema libero.

Il punteggio complessivo totalizzato tra le giornate di sabato e la domenica darà il vincitore finale.

Il Concorso Internazionale “World Ice Art Competition”, organizzato dal Comune di Gaeta in collaborazione con Ascom Territoriale Confcommercio Lazio Sud di Gaeta e l’Associazione Italiana Scultori di Ghiaccio, vedrà la partecipazione di 10 artisti:

  • Ringoet Miguel (Belgio – Bruxel);
  • Shinichi Sawamura (USA – Alaska);
  • Takeshi Wada (Japan – Tokyo);
  • Shintaro Okamoto (USA – New York);
  • Domenico Mazzella di Regnella (Italia – M. di Procida);
  • Junichi Nakamura (Japan – Okkaido);
  • Larry Mc Farlane (Canada – Winnipeg);
  • Richard D. Bubin (USA – Pittsburg);
  • Pieritalo Torri (Italia – Carrara);
  • Ottaviano Pellini (Italia – Lucca).

In particolar modo Junichi Nakamura ha vinto due “Olimpiadi Invernali – sezione scultura di ghiaccio” nel 1994 a Lillehammer (Norvegia) e nel 1998 a Nagano (Giappone), piazzandosi al secondo posto a quelle di Torino nel 2006. Nakamura dagli addetti ai lavori è stato definito il “Michelangelo del ghiaccio”. Mentre Shinichi Sawamura ha ottenuto riconoscimenti internazionali ai “Mondiali di Sculture di ghiaccio” nel 2015 a BarBack in Alaska e Shintaro Okamoto si è classificato al primo posto.

Vista la rilevanza dell’interesse collettivo e la ricaduta territoriale dell’iniziativa, oltre il carattere originale ed innovativo del progetto il “World Ice Art Competion” ha ottenuto il Patrocinio pubblico del Parco Regionale “Riviera di Ulisse”, della XVII Comunità Montana dei Monti Aurunci e dell’I.P.A.B. della “SS. Annunziata”.