contatore statistiche per siti
martedì, 17 settembre 2019

Itri, convegno mariano nella chiesa dell’Annunziata

 

omenica 7 luglio

 

di Orazio Ruggieri

 

Nel 170° anniversario dell’ascesa al Santuario della Madonna della Civita di papa Pio IX, il papa dal pontificato cronologicamente
più lungo, il 22° convegno annuale, organizzato dall’associazione “Maria Santissima della Civita”, in programma a Itri, nella chiesa dell’Annunziata, domenica 7 luglio, con inizio alle ore 18,00, tratterà proprio questo tema. “Pio IX sul santuario della Madonna della Civita” è infatti l’argomento sul quale si confronteranno, davanti all’arcivescovo di Gaeta, mons. Luigi Vari, e al giornalista vaticanista Orazio La Rocca che modera gli interventi, padre Antonio Rungi, passionista, storico, biblista e scrittore, nonché giornalista dei quotidiani “Avvenire” e “Osservatore Romano”, Maria Rosaria Omaggio, attrice scrittrice, Enzo Romeo, vaticanista del TG2, e l’on.le Gianni Letta, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e per tanti lustri direttore del prestigioso quotidiano “IL TEMPO”, alla cui guida successe ricevendo il testimone dallo stesso fondatore Renato Angiolillo.

Verrà rievocato il pellegrinaggio sul sacro monte mariano, il 10 febbraio 1849, accompagnato dall’allora Re di Napoli Ferdinando II, del pontefice Giovanni Maria Mastai Ferretti, esule da Roma dove gli eccessi sanguinari dei rivoltosi mazziniani, che avevano instaurato la repubblica con il triumvirato Mazzini, Saffi e Armellini, stavano compiendo efferati stragi, scegliendo come
vittime privilegiate, figure legate alla Chiesa, secondo il consolidato livore anticlericale del giacobinismo mazziniano che
seminò l’italico suolo di vittime sgozzate o fucilate solo perché testimoni del messaggio evangelico. Il convegno si tiene, come sempre, in occasione dell’ostensione del quadro della Madonna in piazza Incoronazione, rito che segna l’avvio dei festeggiamenti patronali della Civita e che vede la perfetta macchina della regia affidata all’ormai collaudato Amedeo Masella, inappuntabile responsabile per la comunicazione e dell’intera manifestazione.