Fargiorgio brinda dopo la vittoria
Fargiorgio brinda dopo la vittoria
Fargiorgio brinda dopo la vittoria

Solo ai primi bagliori dell’alba, dopo l’immane lavoro svolto dal team comunale coordinato dal dirigente elettorale Andrea Manzo. è stata ufficializzata la vittoria della lista “Itri prima di tutto per Antonio Fargiorgio sindaco” nella corsa alla carica di primo cittadino. Per lui 2.551 voti (40,96%); lo seguono Luca Iudicone (lista CambiAmoItri) con 1.580 voti (25,37%), Elena Palazzo 1.428 (22,93%) alla guida della lista Itri Nostra, Osvaldo Agresti, con 668 consensi (10,72%), per il Movimento 5 Stelle. Tanti gli spunti di riflessione oltre alla nomina a sindaco di Fargiorgio. Nella sua lista risalta il fatto che siano state promosse tutte le candidate donne, con Paola Soscia prima assoluta tra i 16 aspiranti consiglieri per numero di preferenze (377). Al secondo posto segue Andrea Di Biase con 325. La vocazione “rosa” è pure dimostrata dal fatto che il Consiglio è formato da 8 donne e 8 uomini! Oltre alle sei della Lista Fargiorgio, sono state premiate Elena Palazzo e Paola Ruggieri della lista CambiAmoItri. Con il consiglio comunale rinnovato per i due terzi, risalta il particolare di cinque esponenti che avevano già ricoperto la carica di consigliere: Antonio Di Mascolo e Andrea Di Biase, della lista Fargiorgio, Luca Iudicone e Paola Ruggieri della lista Cambiamo Itri, Elena Palazzo della lista Itri nostra.  Tra i risultati personali conseguiti dai candidati, anche in rapporto ai voti di lista vanno evidenziati i 329 consensi personali ottenuti da Pietro Di Mascolo (lista Fargiorgio),   Silvia Speziale (184) ed Enzo Mancini (170) del M5S, Paola Ruggieri (386) e Salvatore Mazziotti (304) di CambiAmoItri, e Giuseppe Cece (355), Laura Punzo (299), Simone Di Mascolo (150) e Roberto Agresti (138) di Itri Nostra –Elena Palazzo sindaco.  Molto apprezzato pure, il commiato della dott. Raffaella Vano, viceprefetto in servizio presso il Ministero degli Interni e commissario straordinario per circa un anno presso il comune di Itri. “Al termine dell’incarico commissariale  iniziato nel luglio 2015, -esordisce la sua nota- desidero porgere il mio più affettuoso saluto alla comunità itrana. Desidero altresì augurare al nuovo Sindaco, alla Giunta e al Consiglio Comunale eletto i miei più sentiti auguri di buon lavoro. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno collaborato alla gestione di questo periodo, con particolare riferimento a tutto il personale dell’Amministrazione Comunale. Grazie anche a questa azione sinergica, sono state adottate svariate ordinanze nonché 84 deliberazioni, di cui 33 con i poteri di Consiglio e 51 con i poteri di Giunta, in particolare nei settori: economico-finanziario, con approvazione dei bilanci e dei consuntivi nel pieno rispetto del patto di stabilità; protezione civile, con la regolamentazione del relativo servizio; attività produttive, con l’allineamento del mercato, la regolamentazione dello sportello unico per le attività produttive e delle attività rumorose; settore sociale, con l’unificazione dei due centri anziani; tecnico-ambientale, con l’adozione degli atti necessari al proseguimento del servizio di igiene urbana ovvero finalizzati al contrasto degli incendi boschivi. Desidero rivolgere, infine, -conclude il saluto del viceprefetto- un particolare ringraziamento alle autorità religiose, alle forze di polizia presenti sul territorio, ai vigili del fuoco, alle associazioni di volontariato attive nella comunità”. 6 allegati