contatore statistiche per siti
sabato, 18 agosto 2018

L’alternanza scuola-lavoro si trasforma in sport

 

Intesa tra il liceo Marco Tullio Cicerone di Formia e Dance Ginnastica Fit di Santi Cosma e Damiano

 
di Krizia Celano
“Fa’ ciò che ti piace e non lavorerai neanche un giorno” recita un antico proverbio, ed è proprio quello che il liceo Marco Tullio Cicerone di Formia ha deciso di interpretare alla lettera con una iniziativa di larghe vedute. Abbinata alla necessità dei ragazzi del triennio di accumulare ore lavoro in seguito alla nuova riforma dell’alternanza nelle scuole, la proposta di svolgere attività sportiva in lingua di studio nella palestra sancosimese “Dance Ginnastica Fit” nasce dal desiderio di conferire agli studenti una formazione poliedrica ma soprattutto capace di immergerli nel mondo della praticità.
Il programma da svolgere in situ (che consisterà in traduzione e comunicazione) è stato già anticipato nelle ore curriculari da lezioni in cui ai ragazzi è stato insegnato nella rispettiva lingua di indirizzo il lessico dell’ambito sportivo, del corpo umano, di alcuni funzioni biologiche e, ovviamente, degli strumenti presenti in palestra.
Difatti, la presenza dei ragazzi sarà fondamentale in quanto il centro sportivo vanta la presenza di un gruppo di ragazzi portoghesi con i quali comunicare e svolgere attività. Gli studenti allora si faranno da tramiti nella comunicazione, nonché apprendisti di ogni tipo.
Una proposta sana, che accoppia piacere e dovere, che insegna con il divertimento e che arricchisce il bagaglio culturale ed umano dei ragazzi.
Come tutti sanno, lo sport è la più grande opportunità di inserire sé stessi in un contesto più grande, di rapportarsi, di misurarsi e soprattutto di superare i propri limiti.
“Bisogna scendere dalla visione dall’alto delle cose per esserne parte dal basso, per capire come si lavora e come allo stesso tempo non si smette mai di imparare” raccontano i ragazzi; accoppiando infatti lo studio delle materie di indirizzo a quello dell’attività pomeridiana gli studenti non smetteranno mai di praticare la lingua, che li porterà a sviluppare una comunicazione efficace e mirata.
Inoltre, le ore da accumulare entro la fine dell’anno saranno ben guadagnate tramite l’attività sportiva svoltasi in palestra. Dovere delle istituzioni, come nel caso del liceo pontino, quello di avvicinare i giovani allo sport ed a un sano stile di vita, scegliendo siti validi e professionali dove poterlo offrire.
Ovviamente la proposta è stata accolta con grande plauso dagli studenti che, ansiosi di mettersi in gioco, hanno già provveduto a procurasi tenute sportive all’ultimo grido.