contatore statistiche per siti
mercoledì, 16 ottobre 2019

Latina e Fondi, le manutenzioni dei Consorzi di Bonifica

 

 
Un’estate di fuoco. Tanto sul fronte meteorologico – le scarse precipitazioni non hanno comunque compromesso il servizio irriguo, garantito per tutta la stagione senza criticità di rilievo – quanto anche per la intensa attività di manutenzione effettuata sugli impianti e sul reticolo idrografico.
Un ritmo che si è mantenuto elevato anche in queste prime giornate autunnali per le squadre dei Consorzi di Bonifica di Latina e Fondi, impegnate negli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico, dunque per preparare il territorio a contenere gli effetti di alluvioni e altre emergenze. I tecnici hanno sottoposto a revisione i motori delle idrovore di Mazzocchio, eseguito manutenzioni elettriche sugli impianti costieri di Caterattino, Olevola, Vettica, hanno liberato dai detriti gli sgrigliatori di Capoportiere, Valmontorio e Sabaudia e sostituito componenti all’impianto di Gricilli.
È in arrivo dalla Regione Lazio un finanziamento di 200.000 euro per la sostituzione dei quadri elettrici di alcuni impianti. Sono stati effettuati lavori sulle elettropompe degli impianti delle località Pantani d’Inferno, Matera, Caronte, Pantani da basso, Cannete e Frassete. Lavori anche su Canale Allacciante Astura, Capoverde (ad Aprilia), sul canale delle Acque Alte, canale Elena (Terracina) e un intervento, concordato e pianificato con Ente Parco, Comune, Provincia e Carabinieri Forestali, nella foresta demaniale di Sabaudia.
Altre attività di manutenzione a Cisterna, a San Felice Circeo (con il Comune è in essere un protocollo di intesa), Sermoneta, Terracina, Sonnino. Tuttavia, a ricreare in viale Matteotti un clima di rinnovata fiducia, rilanciando prospettive di ulteriore operatività, sono gli ultimi investimenti deliberati dal Consorzio che ha anche acquistato due pompe per trattori da utilizzare, in caso di emergenza, sui territori non serviti dagli impianti. Sono state ultimate le procedure di gara per il nolo, per 60 mesi, di sette escavatori che andranno ad aggiungersi ai mezzi già operativi per le manutenzioni di canali e fiumi. I nuovi mezzi arriveranno entro dicembre. Anche al Consorzio di Fondi la mobilitazione è stata significativa. Uno dei principali interventi ha interessato il canale Pedemontano. Sono stati effettuati una manutenzione costante all’impianto Iannotta e controlli quotidiani agli impianti irrigui per garantire la regolare funzionalità a servizio delle aziende agricole. “Abbiamo intensificato le attività perché, come ho sempre sostenuto, i Consorzi – commenta Sonia Ricci, Commissario di entrambi – devono essere protagonisti attivi sia nella interlocuzione quotidiana con le aziende agricole, sia nel rapporto con i Comuni, la Provincia, gli altri enti locali, in un clima di condivisione e collaborazione. Una sinergia che ci permetterà di raggiungere risultati ulteriori e più significativi anche grazie al sostegno della Regione Lazio che sostiene convintamente il nuovo corso dei Consorzi. Le Bonifiche sono strategiche non solo nella gestione delle risorse idriche, ma anche nella difesa del suolo e nella manutenzione del territorio soprattutto per ridurre i rischi di dissesto dovuti ad eventi estremi – conclude il Commissario – sempre più frequenti a seguito dei mutamenti climatici”.