«Il comitato Tecnico Operativo interistituzionale nella seduta in video-conferenza del 21 ottobre 2020, ha approvato all’unanimità il Piano di Valorizzazione della Torre Truglia.
Si completa così, nonostante il Covid, l’iter procedurale tecnico-scietifico, propeteutico al trsaferimento di proprietà del bene dallo Stato al Comune di Sperlonga, senza alcun onere a carico del Comune.
Si tratta di un risultato davvero storico e simbolico poichè questo bene strorico-architettonico e culturale costituisce il tratto distintivo e inconfondibile del nostro paese.
Questa importante operazione si è realizzata grazie all’impegno generoso, qualificato e di forte cooperazione interistituzionale profuso da parte dai dirigenti del Segratariato Generale del Ministero dei Beni Culturali, dell’Agenzia del Demanio regionale del Lazio, della Soprintendenza Archeologica e del Comune di Sperlonga.

Il Piano di Valorizzazione redatto dal Comune, (approvato dalla Giunta Comunale con delibera n.33 del 16 giugno 2020) è stato completamente recepito in tutte le sue parti, senza alcuna prescrizione. Il piano stabilisce in particolare l’uso e il manteimento pubblico del bene, il suo utilizzo culturale polivalente, nonché la corretta compatibiltà e coerenza dei servizi e degli eventi culturali rispetto allo stato del luogo.
A questo punto possiamo dire con certezza e soddisfazione che la Torre Truglia, già utilizzata dal Comune di Sperlonga da diversi anni, appartiene davvero alla comunità sperlongana». Così l’assessore Stefano D’Arcangelo.