Il Gip del Tribunale di Roma, Dott. Ezio Damizia, ha accolto favorevolmente l’istanza presentata dall’Avv. Pasquale Cardillo Cupo in favore di Daniele Scarpa, arrestato lo scorso primo Luglio in seguito all’operazione Touch and Go.

Al giovane, cui vengono contestate l’associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti aggravata dalle armi e da altre plurime aggravanti, oltre ed alcuni reati fine, è stata disposta l’adozione del braccialetto elettronico presso la propria abitazione di Minturno.

Soddisfatto il difensore, l’Avv. Pasquale Cardillo Cupo, che ritiene il giovane estraneo alle dinamiche contestate.
Inizia così a rompersi il muro delle custodie cautelari in carcere che fino ad oggi avevano integralmente retto anche innanzi al Tribunale del Riesame di Roma.