Contrasto all’esercizio abusivo delle professioni sanitarie, sequestrato un centro riabilitativo

I Carabinieri del NAS di Latina, nel corso di una serie di controlli mirati a contrastare l’esercizio abusivo delle professioni sanitarie, hanno effettuato ispezioni concentrandosi maggiormente sulle figure erogatrici di servizi di carattere medico e sanitario che, per lo svolgimento della professione, richiedono il possesso di titolo accademico e di iscrizione al relativo albo.

È in tale contesto che, a seguito di un’attività di indagine, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, il titolare di un centro di riabilitazione e posturologia ubicato nel comune di Fondi.

L’uomo infatti, in possesso del solo titolo di laurea in scienze motorie ed iscritto all’Unione Nazionale dei Chinesiologi, svolgeva illegalmente la professione di fisioterapista effettuando sui propri pazienti manipolazioni e trattamenti terapeutici riabilitativi, anche mediante l’impiego di apparecchiature elettromedicali, eseguendo terapie riservate alla figura professionale del fisioterapista.

Nel corso delle indagini i Nas hanno proceduto inoltre al sequestro preventivo dell’intera struttura e delle apparecchiature elettro-medicali contenute, il cui valore complessivo ammonta a circa 500.000 euro.