I Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, coordinati dal Colonnello Gabriele Vitagliano, nell’ambito di specifica attività di controllo del territorio, finalizzata al rispetto dell’osservanza delle prescrizioni imposte dal decreto D.P.C.M. in materia di “contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”, deferivano all’A.G. in stato di libertà 13 persone: in particolare:

Itri: il 12 marzo 2020, i carabinieri della locale stazione, deferivano in stato di libertà all’A.G. un commerciante, titolare di un esercizio commerciale bar, che non ottemperava alla chiusura dell’esercizio commerciale, e un 30enne, veniva intercettato e controllato a Itri, via Appia, non sapendo fornire, ai militari operanti, elementi giustificativi della presenza in loco.

San Felice Circeo: il 12 marzo 2020, i carabinieri della locale stazione, deferivano all’A.G. due giovani, i quali venivano sorpresi dai militari operanti gravitare più volte nei pressi di un’attività commerciale, in violazione alle prescrizioni relative allo spostamento delle persone fisiche sul territorio nazionale.

Fondi: il 13 marzo 2020, i carabinieri della locale tenenza, deferivano all’A.G. il titolare di una palestra, il quale, allo scopo di eludere le prescrizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, dopo aver chiuso l’attività, adibiva la propria autorimessa a sala pesi, ove dietro compenso, consentiva a sei giovani, anch’essi deferiti all’A.G., di allenarsi abusivamente.

Sonnino: il 13 marzo 2020, i carabinieri della locale stazione, deferivano in stato di libertà all’A.G. due giovani sorpresi lungo la S.P. Sonninese, senza giustificato motivo, in violazione alle prescrizioni relative allo spostamento delle persone fisiche sul territorio nazionale.