A Gaeta droni per individuare dal cielo i ‘furbetti’ che non rispettano le le disposizioni, previste nei recenti decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Per controllare che siano rispettati gli obblighi previsti dal decreto Coronavirus e dalle ordinanze regionale e comunale, sono impiegati i droni per il controllo del territorio nel Comune di Gaeta. “Un’iniziativa innovativa – sostiene l’assessore comunale D’Argenzio – che si svolge sotto il controllo dell’Assessorato della Polizia Locale, resa possibile grazie al contributo volontario del Gazzettino del Golfo e dell’operatore Carlo Riaci, con piena trasparenza e correttezza”.

Si tratta di una misura dell’Assessorato della Polizia Locale del Comune di Gaeta resa possibile grazie alla collaborazione con Gazzettino del Golfo, Your Movies e InvestiSocial, che mettono in campo gratuitamente, a favore della collettività, operatore e pilota di droni certificati ENAC.

“Monitoriamo – continua l’assessore – zone soggette ad eventuali assembramenti, quali spiagge, l’area naturalistica di Monte Orlando, aree prospicienti zone commerciali e le arterie stradali di ingresso e uscita della città. In pratica, questi droni integrano il concetto di perimetro virtuale della città. Ricordiamo, inoltre, che abbiamo istituito posti di blocco su via Sant’Agostino e Vindicio e bloccato la strada consortile. I cittadini stanno reagendo positivamente questi provvedimenti restrittivi”.

“L’unica criticità da risolvere -conclude D’Argenzio- è l’assembramento, ordinato, davanti ai supermercati… ma stiamo cercando una soluzione”.