Siti aperti e visite guidate. Per rivivere la storia e scoprire i siti che ancora pochi conoscono, come la Villa di Cicerone (Villa Rubino) o la Chiesa di San Remigio. In più: laboratori per ragazzi, convegni, mostre, performance tridimensionali, concerti, degustazioni di prodotti tipici, teatro di strada e musica popolare. Torna con un una formula ancora più ricca “Archeonight 2014 – Le notti dell’Archeologia formiana”, la tre giorni di archeologia, spettacolo e divulgazione in programma da venerdì 31 ottobre a domenica 2 novembre nei principali siti storici della città.
L’evento è organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Formia.
Si parte venerdì 31 ottobre con protagonista il centro storico di Mola. Nel pomeriggio la Torre ospiterà una serie interessante di attività formative legate al passato romano di Formia. Dalle ore 15.30 alle 19 l’Associazione Leggendarie terrà laboratori per insegnare a bambini e ragazzi dai 7 ai 16 anni a realizzare “Mosaici non convenzionali” (per info: 339/3402662). Alle ore 17.30, la Pro Loco di Formia curerà invece laboratori per imparare a decorare le anfore (prenotazioni ed info:prolocoformia@gmail.com). Dalle 17 alle 24 “Anfore del mare nostrum”, a cura della Pro Loco, con la supervisione della dottoressa Nicoletta Cassieri della Soprintendenza dei Beni Culturali del Lazio e la collaborazione della Capitaneria di Porto e del sub professionale Salvatore Gonzales. La sera ci si sposta in via Abate Tosti, dove dalle ore 21 alle 24 andrà in scena “Sguardi dalle finestre“, percorso artistico fotografico a cura dell’Associazione Teatrarte. Alle ore 21 e 22, nella Piazzetta della Torre di Mola, la performance 3D “Formia, città dell’acqua”, curata dall’Associazione Lestrigonia. Alle 20, sempre nella piazzetta della Torre, l’Associazione Culturale Mola proporrà una degustazione di prodotti tipici. Alle 21, presso i Criptoportici, il live musicale del trio “Les Manouches Bohemiens”. Nella stessa cornice, dal 25 ottobre al 1 novembre, è di scena la mostra mercato “Criptoportici d’autore”, curata dall’Associazione Arte e Mestieri.

Si riprende sabato 1 novembre al porticciolo Caposele, con l’apertura straordinaria della Villa di Cicerone, complesso archeologico di enorme rilevanza storica e architettonica che ancora pochi conoscono, sito nel giardino di Villa Rubino, su un terreno di proprietà privata. La visita è curata dall’Associazione Terraurunca. E’ necessario prenotarsi scrivendo a info@terraurunca.it. Turni di visita alle ore 10, 11 e 12. Al Parco di Gianola, dalle ore 10, l’estemporanea di disegno e pittura curata dall’Associazione Galleria Angoli di Colore (per scaricare il bando di partecipazione e per tutte le info c’è la pagina Facebook: Galleria Angoli di Colore). Sempre al Parco di Gianola, ore 10, passeggiata archeologica sulle tracce di Mamurra con la guida esperta del CAI di Esperia. Il pomeriggio e la sera ci si sposta nel centro storico di Castellone. Dalle ore 15.30 alle 19, l’Associazione Leggendarie replicherà i laboratori per ragazzi sui “Mosaici non convenzionali”. Sempre alla torre, alle ore 17.30, la Pro Loco di Formia propone “I monumenti archeologici con gli occhi dei bambini” (info e prenotazioni:prolocoformia@gmail.com). Dalle ore 16, presso la Chiesa di Sant’Erasmo, “Alla scoperta della Storia perduta”, in collaborazione con l’Acr di Sant’Erasmo (info: 329-2660781). Alle ore 17 e 18, con appuntamento presso la fontana di San Remigio, sarà possibile visitare eccezionalmente la Chiesa di San Remigio sita all’interno della Villa privata dei Duchi di Roscigno e Sacco. La visita è curata dall’Associazione Terraurunca. La sera il calendario prosegue all’Anfiteatro Romano (Cancello) dove l’Associazione Amici di Castellone e Gli ScaraMantici proporranno musica popolare e degustazione di prodotti tipici. Dalle 20.30 in Piazza Sant’Anna e nei vicoli di Castellone “Frammenti Circolando”, teatro di strada curato dal Teatro KappaO. Dalle 20 alle 24 apertura straordinaria della Chiesa di Sant’Anna e San Rocco, curata dall’Associazione Culturale Sant’Erasmo. Sempre dalle 20 alle 24 sarà possibile visitare l’area archeologica di Sant’Erasmo con “La scrittura attraverso i suoi supporti”, itinerari paleografici promossi dall’archivista-paleografa Stefania Conte e dall’Associazione Sant’Erasmo. Dalle 16.30 alle 19.30 (apertura ordinaria) e dalle 20 alle 24 (apertura gratuita), ogni trenta minuti, visite guidate al Cisternone Romano curate dall’ATP Calliope.

Chiusura domenica 2 novembre con la visita gratuita al Museo Archeologico Nazionale e alla Tomba di Cicerone, a cura della Soprintendenza dei Beni Archeologici del Lazio (info: 0771 770382).

E’ un evento importante – commenta l’Assessora al Turismo Eleonora Zangrillo – che quest’anno abbiamo voluto ancora più ricco. Ringrazio le associazioni e tutte le sigle che hanno aderito al nostro invito contribuendo alla realizzazione del calendario. Questo è il solco sul quale continuare a muoversi: valorizzare lo straordinario patrimonio archeologico e storico di Formia, legando l’evento alla città, alle sue risorse sociali e culturali, in un percorso partecipato che coinvolga tutti. E’ grazie a questo clima che si è riusciti a metter su in poco tempo un importante programma di eventi che, ne sono certa, animeranno la città attirando persone anche da fuori. L’obiettivo – conclude l’Assessora – è fare di ‘Archeonight’ un evento stabile, capace ogni anno di offrire un prodotto migliore per un turismo sempre più destagionalizzato e qualificato.”

IMG_0224-0.JPG

IMG_0225.JPG

IMG_0226.JPG