Formia, Domenica in Piazza Vittoria c’è la “Giornata della Pace”

0
56

giornata della pace manifestoMusica e riflessione: insieme per dire no alla guerra. E’ tutto pronto per la Giornata della Pace, la manifestazione organizzata dall’assessorato alla Cultura per domenica 6 ottobre. Appuntamento alle ore 17 in Piazza Vittoria. L’evento chiude idealmente il programma di iniziative promosse dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani cui l’amministrazione ha ufficialmente chiesto di aderire. Ci saranno spazi per il gioco di grandi e bambini e letture di pace che vedranno protagoniste varie sigle dell’associazionismo locale, tra cui “Amici del libro” e la compagnia teatrale “Berretto a sonagli”. Uno degli aspetti più importanti dell’iniziativa è proprio la partecipazione attiva delle associazioni che hanno raccolto l’invito a collaborare per promuovere questo importante momento di aggregazione. In programma anche una ciclopasseggiata per la pace ed un flashmob. Alle ore 19 il Concerto della Pace con le band “Al Jazz-ira”, “Il Malpertugio” e “Ipercussonici”. E’ previsto anche un piccolo intervento degli allievi sezione musicale dell’Istituto Comprensivo “Dante Alighieri”. In caso di maltempo, la manifestazione si terrà presso il teatro Remigio Paone. “La situazione internazionale – commenta l’assessore alla Cultura Maria Rita Manzo -, le nuove sirene di guerra provenienti dal Medio Oriente ripropongono con urgenza la necessità di uno sforzo di promozione culturale perché la pace è un percorso che si costruisce e non si improvvisa quando è ormai troppo tardi. L’ambizione è di costruire su questa esperienza un progetto educativo più vasto che possa coinvolgere anche le scuole. Sui temi della pace, dei diritti umani e della cooperazione internazionale è fondamentale la formazione e la comunione delle esperienze: anche per questo abbiamo deciso di aderire al Coordinamento degli Enti Locali per la pace e per i diritti umani”. Per formalizzarla sarà necessario approvare una delibera in Consiglio Comunale. “Inseriremo il punto in agenda – sottolinea il presidente del Consiglio Maurizio Tallerini -. Il Coordinamento Nazionale è un luogo di riflessione, confronto e progettazione, oltre che strumento di scambio e valorizzazione delle competenze. Uno strumento per sviluppare le capacità di progettazione e lavoro in Europa e nel Mediterraneo. Abbiamo tutta la volontà di offrire il nostro contributo per la pace”.