Gaeta, al via la costituzione del Comitato Comunale Pari Opportunità

Al via l’iter per la costituzione del Comitato Pari Opportunità.  Entro il 29 maggio prossimo le associazioni, le cooperative, le organizzazioni sindacali, imprenditoriali e le istituzioni pubbliche del territorio di Gaeta dovranno far sapere i nomi dei candidati tra i quali saranno scelti 6 dei 9 membri del nuovo organismo consultivo, come previsto dal Regolamento. Il Sindaco (o un suo delegato), un consigliere di maggioranza ed un consigliere di minoranza sono invece membri di diritto.

 

E’ stato pubblicato sull’Albo Pretorio l’avviso pubblico con il quale il Sindaco Cosmo Mitrano invita:

  1. le associazioni e/o le cooperative presenti nel territorio, che prevedano nel loro statuto attività consone al raggiungimento dei seguenti obbiettivi:

 

  • la rimozione di ostacoli che di fatto costituiscano discriminazione diretta o indiretta nei confronti delle donne/degli uomini;
  • la valorizzazione delle differenze di genere;
  • il riequilibrio delle rappresentanze tra uomini e donne;
  • lo svolgimento di attività che favoriscano la rappresentanza sia di soggetti diversamente abili che di cittadini di diversa provenienza culturale e sociale;

 

b. le organizzazioni sindacali dei lavoratori operanti nel territorio del Comune di Gaeta;

c. le organizzazioni imprenditoriali operanti nel territorio del Comune di Gaeta;

d. le istituzioni pubbliche, ivi comprese Istituti scolastici pubblici, privati e parificati/paritari presenti nel territorio comunale ed aventi per finalità e/o compiti istituzionali, la rimozione di ogni forma di discriminazione diretta ed indiretta e la promozione delle pari opportunità anche inerenti all’integrazione culturale e sociale;

a trasmettere i nominativi dei propri candidati con relativi curriculum vitae tramite o posta elettronica certificata all’indirizzo comunedigaeta@pec.gedea.it, o raccomandata A/R o consegna a mano all’Ufficio Protocollo del Comune, indirizzati a : Comune di Gaeta – Ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale – Piazza XIX Maggio n°10 – 04024 Gaeta (LT), entro e non oltre le ore 12.00 del 29 maggio 2015 per la costituzione del Comitato Comunale Pari Opportunità.

 

La nomina dei membri della società civile consentirà la convocazione, da parte del Sindaco, della prima seduta del Comitato Comunale delle Pari Opportunità, organismo consultivo del Consiglio Comunale e della Giunta, voluto fortemente dall’attuale Amministrazione che ha fissato norme certe per la sua istituzione ed il suo funzionamento nel Regolamento approvato dall’assise civica  lo scorso aprile.

Il Comitato – afferma il Primo Cittadino — sarà di supporto all’attività amministrativa rivolta all’eliminazione degli ostacoli che di fatto costituiscono discriminazione diretta o indiretta nei confronti non solo delle donne o degli uomini, ma anche verso le diverse abilità o provenienze culturali e sociali; all’abbattimento di ogni intralcio alla partecipazione economica, politica e sociale di  ciascun individuo per ragioni connesse al genere, alla religione, alle convinzioni personali, all’origine etnica, alla disabilità, all’età, all’orientamento sessuale. L’attività e l’impegno del Comitato sono dunque finalizzati a: valorizzare le differenze di genere, favorire il riequilibrio delle rappresentanze tra uomini e donne in tutti i luoghi decisionali del territorio comunale, favorire la rappresentanza sia di  cittadini diversamente abili che  di diversa provenienza culturale o sociale. L’istituzione del CCPO rappresenta un atto di grande rilevanza per la vita della comunità cittadina. Perché non si può definire “civile” una società che tollera barriere materiali ed immateriali, che chiude gli occhi davanti ai tanti percorsi di vita ad ostacoli che purtroppo ancora sussistono”. 

 

Il Comitato Comunale Pari Opportunità, come stabilito dal Regolamento,  opera in un rapporto di collaborazione con amministratori e consiglieri comunali, rappresentanti delle organizzazioni femminili, delle organizzazioni sindacali, delle categorie economiche ed imprenditoriali presenti nel territorio, delle istituzioni culturali, della scuola e dell’Università e associazioni che valorizzano le capacità dei diversamente abili.

Tra i suoi compiti: realizzazione di indagini conoscitive e ricerche; promozione di interventi nel mondo della scuola, in collaborazione con le istituzioni preposte, per educare le nuove generazioni al riconoscimento e alla valorizzazione della differenza in genere; promozione, attraverso gli uffici del Comune, di iniziative che favoriscono la visibilità della cultura e delle finalità del Comitato sia nel campo del sapere (storia, sociologia, psicologia, medicina, ecc.) sia nel campo dei “saper fare” (professioni tradizionali e non tradizionali: imprenditoria, cinema, teatro, giornalismo, ecc.).