Gaeta, area sgambamento cani: sinergia tra pubblico e privato

0
1277

L’Assessore Teodolinda Morini ed il consigliere comunale Marco Di Vasta raccolgono nuove adesioni da parte di imprenditori locali per la realizzazione e per all’allestimento dell’area di sgambamento cani in località la Piaia.

Diversi giorni fa, si è tenuto l’ incontro con i proprietari di alcune attività della città, le quali hanno manifestato il desiderio di condividere il progetto intrapreso dai due amministratori donando ulteriori “Utilities” che accresceranno il confort dei fruitori dell’area.

Tra le attività che hanno preso parte al progetto il canile Dogs’Village, di Lucio La Croix, che ha devoluto una tensostruttura di 38 mq al fine di rendere la sosta all’interno dell’area ancora più confortevole; L’acquario Zootecnia, di Elena Freiles e di Simone Iacca, insieme ad Alessandra Ciaramaglia proprietaria del negozio Pet Stop ed in piena sinergia con Lavorazioni in Legno di Erasmo Di Nitto e Antonio Leone hanno donato giochi per la dog’s agility. Proprio attraverso il gioco, infatti, i nostri amici a quattro zampe potranno svolgere attività piacevoli e automotivanti, migliorando al contempo le proprie capacità di adattamento ai nuovi ambienti e di socializzazione sia verso altri cani sia verso l’uomo ed altri animali.

Il Pet Stop inoltre, arricchirà l’area di cestini per la raccolta delle deiezioni.

Supporto al progetto è stato ricevuto anche dall’amministrazione comunale che ha fornito le panchine da predisporre all’interno della tensostuttura. Le sedute difatti permetteranno di poter controllare a distanza i propri animali mentre sgambano all’interno dell’area.

L’Assessore Morini, con delega al benessere degli animali, ambiente ed Urbanistica, ringrazia gli sponsor locali e dichiara: ”l’idea della necessità di un’area di sgambamento cani nella nostra città è stata sempre una mia forte convinzione, ed oggi, grazie anche alla sinergia con la società civile ed imprenditoriale, questo progetto si sta ulteriormente arricchendo; questa partecipazione è un chiaro esempio di sussidiarietà orizzontale, vero mortone per lo sviluppo della città.

Dello stesso avviso è il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Marco Di Vasta che si congratula con gli sponsor e afferma:” Una proficua sinergia tra istituzioni, enti e società civile permetterà di soddisfare le esigenze di una cittadinanza particolarmente attenta e affezionata agli animali. A tale proposito, sposando in pieno quanto sancito dall’ultimo comma dell’art. 118 della nostra Costituzione, il quale dispone che “Stato, Regioni, città metropolitane, Province e Comuni favoriscano l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli ed associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale”, si è dato vita , proprio come ricordava l’assessore Morini, alla cosiddetta sussidiarietà orizzontale che concerne appunto i rapporti tra i cittadini e le Amministrazioni pubbliche attribuendo ai primi la facoltà di svolgere una funzione di interesse pubblico.