Nel pomeriggio di oggi maggioranza e minoranza del consiglio cittadino si sono confrontate su uno degli argomenti più caldi e discussi di questi giorni: la realizzazione del Progetto “Favole di luce 2020” – Emergenza Covid-19.

Sono state chiamate a decidere su come far convivere il progetto che dal 2016 valorizza e destagionalizza Gaeta con lo stato di emergenza che stiamo vivendo.
Stando ai voti, si è raggiunta la quasi unanimità sulla sua realizzazione. Su 17 presenze infatti, 16 sono stati coloro i quali si sono espressi a favore e solo un consigliere ha votato contro.

Ad esprimere il proprio fermo no, è stato Franco De Angelis, giustificandolo con l’inevitabile creazione di assembramenti che la città mal potrebbe gestire e con la difficoltà di controllo delle condizioni di salute di chi verrà.
Il Sindaco Cosmo Mitrano però, con il supporto della maggioranza e di parte della minoranza, rinomina e ridefinisce il progetto rilanciandolo con un impulso tutto nuovo.

Quindi le “ex favole di luce” si riaccenderanno a simboleggiare rinascita e speranza per far ripartire la città. Come afferma il primo cittadino, questa sembra essere la scelta migliore, tanto difficile quanto necessaria che va affrontata con saggezza, razionalità e professionalità.
Invece, è rimasta irrisolta la “Costituzione dei Gruppi Consigliari e della Conferenza dei Capigruppo”, altro argomento all’ordine del giorno. Infatti, in seguito alla nuova composizione del Consiglio, derivante dalla nomina ad assessori dei consiglieri Gianna Conte e Raffaele Matarazzo, è necessario procedere ad un nuovo assetto.

Ma per procedere in tal senso, come si è visto dalle espressioni dei consiglieri intervenuti, si dovranno ridefinire le rispettive posizioni, al fine di garantire il processo democratico.

Maria Concetta Valente