Lunedì 18 novembre si è concluso il mese della lettura alla Principe Amedeo, un mese ricco di attività originali e creative che hanno spaziato dalla lettura dei testi di narrativa alla produzione di lavori multimediali e non.
Dopo l’analisi del libro Vittorie imperfette dell’autore Stefano Vergari, che ha segnato l’inizio di questo percorso e che ha visto i ragazzi della Scuola secondaria di primo grado impegnati anche nella realizzazione di video e power point, l’ultima tappa ha visto come ospite d’eccezione il sig. Piccirillo, figlio di una docente che ha lavorato per oltre trenta anni nella scuola Principe Amedeo, la prof.ssa Claudia Romagnoli Piccirillo.
Il sig. Fabrizio, insieme al fratello Marcello, ha voluto donare all’Istituto un’ingente quantità di libri di ogni genere appartenuti alla madre, la quale, pur insegnando matematica, amava fortemente la lettura ed ha inculcato anche nei figli questa sua passione, passione che lui ha voluto trasmettere ai ragazzi con la sua presenza.

Il sig. Fabrizio è stato accolto dalla Dirigente Scolastica Maria Angela Rispoli e dalla Prof.ssa Manula Garau che ha curato il progetto, insieme agli alunni Medina Matteo e Casale Sofia, rispettivamente sindaco e vicesindaco del Consiglio Comunale dei Ragazzi che hanno voluto ringraziare tutta la famiglia per questo dono così importante, un dono che ribadisce sempre più l’importanza della lettura per i giovani.
 La Dirigente si è unita al pensiero dei ragazzi sottolineando che “la lettura è il cibo della mente e che questa iniziativa contribuisce all’alimentazione formativa dei nostri ragazzi”.
 Al termine dell’incontro tutti i ragazzi dell’Istituto hanno scelto un testo da portare nelle loro case, un testo che magari contribuirà ad accendere la passione per la lettura in alcuni e a rafforzarla in altri.