“I bagnanti” di Rocco Anelli

0
442

Genere: Narrativa
Casa Editrice: Les Flâneurs Edizioni
Collana: Fuori collana
Pagine: 146
Prezzo: € 14,00

“I bagnanti” di Rocco Anelli è un romanzo caratterizzato da una scrittura densa ed evocativa in cui si fa molta attenzione alle descrizioni, degli ambienti come dei gesti dei personaggi. Per quanto l’opera abbia come punto focale il personaggio di Riccio, sono dieci i protagonisti di questa storia corale, che parla del difficile passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Dieci protagonisti di età variabile, che giocano sulla loro identità partendo dai nomi stessi: Riccio, Pugile, Mezzalira, Cane, Romolo, Anguilla, Arpione, Mutanda, Pennello e Macedone indossano delle sottili maschere di carta, che li fanno comunque sentire tranquilli di poter continuare a recitare la parte degli immaturi anche se, ormai, non possono più esserlo. L’autore afferma, ricordando il giorno in cui questi personaggi si sono palesati nella sua testa: «Questi dieci ragazzi emersero dalla luce di quel pomeriggio caldo, concretizzandosi nei miei pensieri, come prigioni michelangioleschi, disfacendosi della materia superflua, solo per prendere le forme di statue e dipinti a me così familiari»; egli ha infatti deciso di raccontare la loro storia ispirandosi ad opere pittoriche e scultoree, in cui si narra di trasformazione, di violenza e di desiderio. I dieci ragazzi sono come i bagnanti di Cézanne: uniti nella loro amicizia, straripanti di vitalità; ma allo stesso tempo si riflettono anche nella dolente umanità raffigurata nella zattera della Medusa di Géricault, dove si può invece scorgere il dissidio interno, la prevaricazione e la morte. Il romanzo è articolato in sei capitoli che prendono il nome da opere d’arte famose, e racconta il viaggio verso l’età adulta di questi giovani, tanto innocenti quanto discutibili, almeno alcuni di loro, che si mettono continuamente alla prova con riti di iniziazione muscolari, in cui il corpo viene sottoposto a sforzi ingenti, per poi esibire con orgoglio i segni delle loro battaglie – «Il gruppo di dieci ragazzini, più o meno coetanei, solitamente si radunava nel boschetto, ma ogni volta il gioco si tramutava in qualcosa di più, un’occasione per dimostrare la propria virilità, rinnegare l’appellativo di ragazzo e conquistare il titolo di uomo». Riccio si discosta da queste esibizioni preferendo osservare da lontano i suoi compagni, giocando con la luce che bagna i suoi riccioli corvini e cercando di penetrare la scorza dura della vita, per poterla infine comprendere. Rocco Anelli offre al lettore una storia simbolica e struggente, dipinta con pennellate cariche di passione, caratterizzata da un raffinato citazionismo e abitata da personaggi tanto tridimensionali da poterli quasi toccare.

Contatti

www.facebook.com/rocco.anelli
www.lesflaneursedizioni.it/
http://it-it.facebook.com/lesflaneursedizioni/
www.lesflaneursedizioni.it/product/i-bagnanti/