Pallamano, la MFoods Carburex Gaeta è salva

0
164
Una notizia che normalmente non avrebbe nulla di strano, anzi costituirebbe il minimo sindacale per quei tifosi che continuano a sostenere incessantemente il loro club anche lontano dalle mura amiche (fondane), ma senz’altro questo epilogo rimarrà maggiormente impresso nelle nostre menti e verrà ricordato come il più sorprendente della storia del Gaeta Sporting Club 1970.
In cinquanta anni di attività infatti il club biancorosso aveva raggiunto il proprio obiettivo stagionale nelle modalità più svariate: spesso in anticipo, talvolta con una vittoria all’ultima giornata o con una rete sulla sirena, ma certamente mai con una videoconferenza.
Quella con cui domenica il Consiglio Federale, dando assoluta priorità alla salvaguardia degli interessi delle società e alla tutela della salute dei propri tesserati, ha deliberato la conclusione definitiva dei campionati, ritenendo valide le classifiche alla data del 9 marzo scorso e perciò determinando la graduatoria finale attraverso il coefficiente che scaturisce dal quoziente tra il numero di punti realizzati e il numero di incontri disputati.
Qualora sussistessero le condizioni per disputarla, l’assegnazione del titolo di campione d’Italia avverrà tramite una Final 4 in sede unica con le semifinali scudetto che saranno Conversano-Sassari e Bolzano-Cassano.
Festeggia Francisco Andres Lombardi (meglio conosciuto come Panchito) capocannoniere della Serie A1 2019/20, titolo conseguito grazie alle 151 reti realizzate in 19 incontri disputati.
Annullate le retrocessioni la Serie A1 2020/21 vedrà ai nastri di partenza 17 squadre con Cingoli, Molteno e Siracusa, le tre promosse d’ufficio dalla Serie A2 2019/20, che andranno ad aggiungersi alle 14 partecipanti della stagione appena terminata.
Il C.F. ha deciso inoltre di attribuire un bonus equivalente al contributo di affiliazione, alla 1^ rata di iscrizione e, dove previsto, al contributo di comunicazione, ma da quanto emerge dalle parole del Presidente Federale Pasquale Loria, l’obiettivo in seguito è quello di azzerare completamente la tassazione. Un passo importante effettuato per andare incontro alle esigenze dei club in virtù delle difficoltà economiche che dovranno fronteggiare nella programmazione della stagione ventura.