Ponza, Vigorelli: la “rivoluzione” per i rifiuti è partita alla grande

vigorelli_pieroLunedì 24 alle ore12 si sono chiusi i termini per la presentazione delle offerte per il nuovo bando di gara per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti a Ponza.

Un bando che nei giorni scorsi il Sindaco non aveva esitato a definire “rivoluzionario”, per le modalità innovative e per il costo dell’appalto, che per il Comune risulta essere quasi il 50 per cento in meno rispetto all’appalto precedente con la società De Vizia.
Inoltre il costo è in diminuzione nell’arco dei sette anni dell’appalto, come conseguenza dell’aumento della raccolta differenziata con il metodo porta a porta, che consentirà al Comune di arrivare, fra sette anni, a quota 75 per cento.
A dispetto dei vari gufi la scelta del Comune è stata molto apprezzata, tanto che ben otto Ditte concorrono all’assegnazione della gara.
È un grande successo. È la prova che avevamo visto giusto. È la conferma che Ponza anche in questa difficile materia può e deve essere avanguardia e esempio.
È la certezza che, diminuendo per il Comune i costi dell’appalto rispetto a quelli precedenti, per i cittadini di Ponza ci sarà la conseguente diminuzione della tassa sui rifiuti, come l’Amministrazione aveva promesso l’anno scorso.
Adesso inizieranno le procedure per l’assegnazione dell’appalto a quella delle otto Ditte che avrà presentato l’offerta migliore per Ponza.
Contiamo di fare bene, non di fare in fretta.
Come bene il Comune ha fatto predisponendo, grazie all’impegno del Responsabile dell’ambiente e all’aiuto professionale di due esperti nel settore, un bando di gara che realizza la “rivoluzione”.
fonte: comunicato stampa