“Don Livio Fabiani lascia un grande vuoto anche nella comunità di Cori”, così il sindaco Mauro De Lillis sulla scomparsa del parroco di San Valentino a Cisterna, che per diverso tempo operò anche a Cori, dove era amato e apprezzato ancora oggi.

“Da tutti conosciuto semplicemente come Don Livio – prosegue il primo cittadino -, fu vice parroco della Chiesa di S.S. Pietro e Paolo, con Don Luigi Nardini parroco, per vari anni, a cavallo tra gli anni settanta ed ottanta, prima di diventare il Parroco di San Valentino, parrocchia da lui stesso fondata nel 1986.

A Cori tutti lo ricordano con simpatia ed affetto, come un sacerdote umile, semplice, modesto, gentile con tutti e con gli umili in particolare, e non a caso si è cimentato poi con i mille problemi di una parrocchia di periferia come quella del quartiere di San Valentino a Cisterna, dove è diventato un punto di riferimento morale spirituale e sociale per tutti.

Particolarmente vicino ai giovani e gruppi giovanili, lo si ricorda sempre attivo anche con gli scouts del gruppo Agesci di Cori, ed anche con una particolare sensibilità nei confronti dei più anziani.

La Sua scomparsa è un lutto che colpisce anche la nostra città, che saluta l’indimenticato Don Livio, presenza viva per chi ha avuto la fortuna di conoscerlo, e per tanti nostri concittadini anche dalla Sua parrocchia di San Valentino ha continuato a rappresentare un punto di riferimento costante, per un consiglio, una preghiera, una parola buona e di autentica saggezza”.