Scuola e formazione: le priorità di Mitrano

0
135

A pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, interviene Cosmo Mitrano, già sindaco di Gaeta (2012-2022) ed oggi candidato di Forza Italia alla Camera nella circoscrizione Lazio 2, collegio plurinominale Frosinone – Latina.

“Nel nostro programma di governo, abbiamo posto particolare attenzione al punto programmatico che andremo ad attuare per una scuola più moderna ed inclusiva che possa fornire tutti quegli strumenti utili ai nostri ragazzi per essere predisposti ad un confronto alla pari con i loro colleghi europei. 

L’istituzione scolastica deve riprendere soprattutto quella centralità che le è stata tolta. Bisogna guardare al futuro, ad una generazione di docenti con nuovi riconoscimenti giuridici ed economici. Occorre restituire all’insegnante quel ruolo che progressivamente è venuto meno negli anni fornendo tutti gli strumenti utili così come una formazione continua, supporto indispensabile per le attività didattiche ed extra-curricolari. 

Subito dopo la famiglia, la scuola è la principale agenzia formativa e di socializzazione. La scuola svolge un compito fondamentale finalizzato ad una crescita culturale, psicologica e sociale. La scuola è sicuramente un luogo di studio ma anche di conoscenza, apprendimento, di educazione e crescita civile e di cittadinanza.

Dobbiamo quindi garantire il diritto allo studio dei nostri bambini e ragazzi in strutture che siano anche funzionali e all’avanguardia. Dopo una puntuale mappatura dei territori, è indispensabile procedere alla messa in sicurezza e riqualificazione dell’edilizia scolastica come indicato anche nel piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). L’investimento di risorse economiche per l’edilizia scolastica statale programmata oggi e realizzata nel corso dei prossimi anni, ci consente di attuare quelle azioni concrete per garantire a tutti gli stabili comunali elevate condizioni di sicurezza, fruibilità e vivibilità degli ambienti, puntando soprattutto sulla sostenibilità delle stesse strutture. 

Durante i miei dieci anni da Sindaco della città di Gaeta, abbiamo effettuato investimenti per 15milioni di euro destinando risorse alla sicurezza e al benessere dei nostri ragazzi quale priorità assoluta a sostegno dei futuri cittadini del mondo. Un impegno morale che da subito ho affrontato e portato avanti nel tempo. Un impegno morale assunto con i miei concittadini che ho rispettato. Abbiamo cominciato dalle scuole rendendole ancora più sicure e in linea con le più moderne esigenze, e garantendo contributi economici necessari per dotare di strumenti tecnologici le nostre scuole per favorire un sereno svolgimento dell’attività didattica.

Per agevolare il processo di apprendimento, siamo sempre stati concretamente vicini all’istituzione scolastica cercando di non far mancare mai niente ai nostri studenti. Con la diligenza del buon padre di famiglia, da genitore e primo cittadino, ho sempre considerato tutti gli scolari come «miei figli» ai quali ho solo chiesto in cambio di impegnarsi e di completare il percorso formativo avendo come obiettivo la propria crescita personale e culturale. Ma, aldilà degli impegni amministrativi, ho voluto manifestare la nostra vicinanza anche con un piccolo gesto di affetto per far sentire l’Amministrazione comunale ancora più vicina a loro. Un’esperienza concreta, una conoscenza acquisita sul campo che fa parte del mio percorso politico e che intendo condividere e portare una volta che saremo al governo del nostro Paese. 

In conclusione, intendo rivolgere un pensiero a tutti gli studenti, i Dirigenti Scolastici, i docenti, il personale ATA affinché sia un proficuo percorso educativo, lavorativo, di crescita culturale. A noi adulti, infine, l’invito ad ascoltare di più i nostri ragazzi confrontandoci con loro con un dialogo sereno, costante ma soprattutto costruttivo”.