Sovraffollamento treni Roma-Napoli: lanciate due petizioni

0
243

La Confconsumatori Latina e l’Associazione Pendolari Stazione Minturno Scauri, facendo seguito ai recenti esposti nei quali è stata denunciata in più sedi istituzionali la situazione di disagio e disservizio dei pendolari della linea ferroviaria Roma – Napoli, rendono noto che in questi giorni sono state lanciate due petizioni online focalizzate in particolare sul problema annoso che i pendolari diretti alla stazione di Campoleone sono costretti a subire.

In particolare nella prima petizione si è denunciata la situazione del treno regionale 2380, con partenza da Napoli alle ore 05.00 e arrivo a Roma alle ore 07.30, sul quale i pendolari risultano essere ogni giorno sottoposti a gravi condizioni di disagio per sovraffollamento continuo e per l’impossibilità per circa 300 di essi diretti per lavoro alla stazione di Campoleone di poter raggiungere direttamente tale stazione. Infatti ogni giorno sono costretti a scendere nella stazione di Latina in attesa del successivo treno con fermata a Campoleone.

Con tale petizione si è proposto quindi il ripristino della fermata di Campoleone per il treno regionale 2380 soppressa con il cambio orario del dicembre 2016.

Nella seconda petizione, nell’ottica di alleviare le gravi condizioni di disagio per sovraffollamento dei vari treni della fascia pendolare del mattino presto, si è chiesto – come si evince dai reclami e dagli esposti fatti dall’Associazione Pendolari Stazione Minturno-Scauri e Confconsumatori Latina – che il treno 12204, con partenza dalla stazione di Formia-Gaeta delle ore 05.57 e arrivo a Roma alle ore 07.48, venga arretrato con partenza dalla stazione di Sessa Aurunca, in modo da ridurre anche la condizione di sovraffollamento del treno regionale 2380.

Le due petizioni sono state dirette alla Regione Lazio, Regione Campania committenti del servizio di trasporto regionale ed a Trenitalia.