Ufficiale l’Istituto Caboto non è più l’armatore della “Signora del Vento”

0
626

“Si annuncia ufficialmente che da giorno 4 giugno u.s. l’Istituto Caboto non è più l’armatore del moto veliero “Signora del Vento”. Ricordiamo brevemente che la “Signora del Vento” era stata acquisita gratuitamente dall’Istituto Caboto attraverso il progetto Laboratori territoriali per l’occupabilità e giunta, dopo una serie di lavori intercorsi tra dicembre 2016 e luglio 2017, a Gaeta tra luglio e agosto 2017.

Unico veliero della marina non militare italiana, ha ospitato tra ottobre 2017 e novembre 2019, oltre 1000 studenti provenienti da tante località italiane ed estere per effettuare percorsi di alternanza scuola-lavoro (ora PCTO), oltre che eventi ministeriali e commerciali ad alto livello. Purtroppo i numerosissimi appelli lanciati dal Caboto,per portare avanti un progetto unico nel suo genere ma proibitivo da gestire peruna sola scuola, sono caduti nel vuoto.

Ad aggravare tale situazione è sopraggiunto il sinistro nella notte tra il 16e il 17 novembre 2019, sinistro che ha spezzato, oltre a due alberi della “Signora del Vento”, il sogno degli studenti del nautico di Gaeta (e di tanti Istituti superiori d’Italia) di partecipare ad una reale esperienza di navigazionee di vita di bordo.

Vani sono stati tentativi, a partire da ottobre 2017,di trovare finanziamenti ed accordi non solo per la rimessa in navigazione del moto veliero, ma soprattutto per la gestione futura della “Signora del Vento” e per portare avanti un progetto checonsentisse agli alunni degli Istituti di tutta Italia di effettuare concretamente percorsi di alternanza scuola-lavoro, ma,giunti a fino a giugno 2020, persa ormai ogni speranza, il Consiglio d’Istituto del Caboto ha dato mandato al Dirigente di avviare l’istituto dell’abbandono nave. Purtroppo siamo giunti al doloroso epilogo di questa meravigliosa avventura nella consapevolezza da parte dell’Istituto Caboto di aver profuso notevoli energie e percorso tutte le strade possibili per non perdere il “sogno marinaro” di ogni allievo, nella “triste gioia” che il moto veliero non sarà demolito e nella speranza che il Consorzio, che ha acquistato la nostra “Signora”, possa in tempi brevi rimettere l’imbarcazione in sicurezza e magari dare la possibilità ai nostri alunni di poter continuare l’attività formativa per la quale aveva avviato il progetto della Nave Scuola.”

Così in una nota il dirigente scolastico dell’IISS G. CABOTO di Gaeta Prof.ssa Maria Rosa VALENTE

LEGGI ANCHE