contatore statistiche per siti
mercoledì, 13 novembre 2019

Blitz di CasaPound e del candidato Pecchia contro il declassamento dell’ospedale Di Liegro

 

 

Nella giornata di ieri i militanti di CasaPound Italia Sud Pontino con il candidato Sindaco Mauro Pecchia, hanno effettuato un blitz presso il ponte di Via Cuostile sulla Via Flacca. Con questa azione simbolica gli attivisti ed il candidato sindaco Vogliono puntare i riflettori sulla necessaria riapertura del pronto soccorso dell’Ospedale Don Luigi Di Liegro e dei suoi reparti più importanti. I militanti hanno srotolato uno striscione con su scritto: “Riprendiamoci l’ospedale”, hanno sventolato bandiere tricolori e di CasaPound. Durante l’azione è ben visibile il candidato Pecchia che “armato” di megafono spiega i motivi dell’ ennesimo blitz del movimento identitario. “Anche questa mattina mentre tutti gli altri candidati sono al mare o al massimo impegnati a fare promesse irrealizzabili, io ed il mio movimento stiamo manifestando contro l’ennesimo scempio ai danni della nostra città, Un ottimo ospedale come il Di Liegro che oltretutto alleggeriva non poco il flusso di pazienti destinato oggi al Dono Svizzero di Formia è stato con una decisione scellerata smembrato e la politica Gaetana invece di fare le barricate per tutelare il sacrosanto diritto alla salute si è adeguata per non scontentare i loro riferimenti di partito regionali e nazionali. Con CasaPound tutto ciò non sarebbe mai accaduto, noi non abbiamo padrini nè padroni a cui dar conto, gli unici a cui faremo sempre riferimento sono i cittadini gaetani. Per questo stamattina abbiamo urlato a squarciagola: RIPRENDIAMOCI IL NOSTRO OSPEDALE.

Comunicato Stampa CasaPound Italia Sud Pontino