contatore statistiche per siti
sabato, 19 ottobre 2019

La notte di San Silvestro e i fuochi d’artificio

 

 

IMG_0834.JPGOgni anno che si conclude porta con se un vero e proprio “bollettino di guerra” difatti, con perfetta puntualità, la Polizia diffonde il bilancio complessivo delle persone coinvolte negli incidenti per l’uso dei botti di Capodanno. Negli ultimi quattro anni i dati sono fortunatamente meno tragici del previsto, basti pensare che nel 2013 non si sono registrate vittime, anche se i feriti sono stati ben 361. Nella maggior parte dei casi gli incidenti che si verificano nel corso dei festeggiamenti della notte del 31 dicembre – 1 gennaio hanno sempre come maggiori responsabili l’uso di prodotti pirotecnici illegali.
Ma i “botti” sono anche un bellissimo spettacolo pirotecnico se usati da persone coscienziose e consapevoli della loro gravità.

IMG_0833.JPGDiversi sono anche i francobolli che ritraggono i classici fuochi in cielo, come ad esempio la serie denominata proprio “fireworks” emessa da Malta il 19 luglio 2000 o, i due valori del Canada e USA.
Un’altra bella emissione è quella realizzata congiuntamente dalla Cina e dall’Austria nel 2006 che ritrae due francobolli in un blocco di foglio e, sullo sfondo le città, mentre avviene un’esplosione pirotecnica per festeggiare il nuovo anno.

IMG_0835.JPGL’auspicio migliore che possiamo augurarci per la notte di San Silvestro e quello di avere meno feriti possibili nelle nostre città, così da poter ammirare a pieno la bellezza dei fuochi d’artificio.

a cura di Alessandro Di Tucci

IMG_0920-0.JPG