contatore statistiche per siti
lunedì, 19 agosto 2019

Guardia Costiera di Gaeta: si intensifica l’attività di prevenzione e controllo

 

Militari e mezzi navali agli ordini del Comandante Federico Giorgi impegnati su vari fronti per garantire la sicurezza della navigazione, balneare e portuale, nonchè la tutela dell’ambiente marino e costiero

 

Sul litorale del Compartimento marittimo di Gaeta sono state accertati nelle ultime ore alcuni comportamenti illeciti in materia di sicurezza balneare, con sanzioni per circa 6.000 euro.

Nel dettaglio, una pattuglia formata da personale della Capitaneria di porto e della Polizia di Stato del Commissariato di Gaeta ha provveduto a liberare mq.50 circa di arenile utilizzato da campeggiatori in località Arenauta di Gaeta, nonché elevare ai trasgressori 3 sanzioni amministrative per un totale di euro 600. Sui litorali di Scauri e Sperlonga sono state invece comminate 5 sanzioni amministrative da 1032 euro ciascuna per l’assenza dei bagnini nelle postazioni di salvataggio.

Le attività di polizia ambientale e portuale hanno visto impegnate le unità della Guardia Costiera (a terra ed in mare), unitamente a PS e VVFF, presso la banchina Cicconardi del porto commerciale di Gaeta, per la presenza di uno sversamento di idrocarburi nel sottosuolo. La situazione è stata prontamente fronteggiata dal personale tecnico incaricato dall’AdSP e dal Comune per evitare la propagazione nello specchio marino prospiciente del liquido oleoso. Ovviamente, sono in corso le consequenziali indagini per ricostruire la dinamica e gli eventuali responsabili di tale evento, fortunatamente risoltosi senza conseguenze per il mare e circoscritto alla sola area portuale interna, dove prosegue peraltro il monitoraggio da parte dell’AdSP in qualità di unico Organo competente per l’area interessata dall’evento.

Le unità navali della Guardia Costiera sono state impegnate per garantire la sicurezza della navigazione e la vigilanza nell’area marina protetta di Ventotene, per prevenire e sanzionare eventuali condotte illecite dei conducenti di unità da diporto nonché monitorare la balneazione ed accertare eventuali anomalie o inquinamenti, anche mediante prelievi di campioni delle acque in collaborazione con il personale tecnico di ARPA LAZIO.

I Comandi di Porto di TERRACINA, PONZA, FORMIA e VENTOTENE stanno assicurando il regolare imbarco e flusso dei passeggeri sui mezzi di linea per le isole pontine, in progressivo aumento nell’imminenza della settimana di Ferragosto.

Infine, varie sono state le richieste di intervento pervenute al numero blu di emergenza 1530: tra queste, si segnala quella relativa alla presenza, in località Canneto del Comune di Fondi, di una persona traumatizzata a seguito di un tuffo dalla scogliera ed in procinto di annegare. L’uomo è stato prontamente assistito dai militari presenti sul posto e trasportato dagli operatori del Servizio 118 presso l’Ospedale di Terracina per le successive cure.