contatore statistiche per siti
domenica, 16 giugno 2019

Il sindacato di Polizia incontra la dott.ssa Rosaria Amato, nuovo Questore di Latina

 

Una provincia con tanti problemi, come ha già riscontrato il Questore

 

Nella mattinata di lunedì 8 aprile ’19, il Questore di Latina, dott.ssa Rosaria Amato, insediatasi da pochi giorni, ha ricevuto Elvio Vulcano, coordinatore nazionale per la stampa e per le comunicazioni del sindacato di polizia LeS (Libertà e Sicurezza Polizia di Stato) unitamente a Clara Lucchesi, Segretario generale provinciale di Latina dello stesso Sindacato. “Si è trattato solo di un primo incontro, occasione per un doveroso saluto al neo Questore della provincia e per l’augurio di un buon lavoro”, ha detto Vulcano.

Tuttavia, dopo le formalità, è stata anche l’occasione per mettere al corrente il Questore di alcune tematiche aperte, tra cui l’iniziativa intrapresa dal sindacato LeS e condivisa da molteplici associazioni territoriali e nazionali, tra cui l’Associazione antimafia “Antonino Caponnetto” per chiedere, attraverso una petizione popolare, l’istituzione di un Commissariato di Polizia nei Quartieri Q4 e Q5 di Latina.

A margine dell’incontro con il neo-Questore, Vulcano ha dichiarato: “siamo pienamente soddisfatti della scelta fatta dal Capo della Polizia Franco Gabrielli, d’inviare in questa Questura la dott.ssa Amato, perché, dopo tanti anni d’esperienza, possiamo distinguere fin da subito i personaggi dalle persone.” Ha poi proseguito Vulcano: “Per il Questore si prospetta un lavoro certamente non facile sotto l’aspetto territoriale, perché le associazioni criminali presenti sul territorio Pontino gestiscono i loro interessi in modo silenzioso e sotterraneo, per non attirare attenzione su di esse e per non far turbare i propri affari, come da anni denuncia la “Caponnetto”.

Ma il lavoro non sarà facile neppure sotto l’aspetto organizzativo interno dell’Ufficio, perché non possiamo non ricordare che nello scorso Dicembre si sono tolti la vita due nostri validi colleghi. Auspichiamo che il neo-Questore voglia partire proprio dalla Questura per ridare serenità a tutti coloro che vi lavorano”.

Il segretario provinciale, Lucchesi ha poi concluso: “sicuramente presenteremo di nuovo al Questore Amato alcune nostre richieste, mirate alle pari opportunità, che in precedenza sono state liquidate con un atteggiamento troppo superficiale, sessista e discriminatorio. Confidiamo in quella che ci è parsa una indubbia sensibilità umana oltre che professionale del Questore Amato sul tema, affinché esso possa essere affrontato e risolto con l’attenzione che merita.” Alla dott.ssa Amato vanno gli auguri di un proficuo lavoro di tutta la Segreteria Nazionale.