contatore statistiche per siti
mercoledì, 19 settembre 2018

Via Fusco a Minturno: il consigliere Iossa richiama l’attenzione sulla sicurezza dei pedoni

 

 

Il consigliere Tommaso Iossa, dopo aver raccolto le lamentele di alcuni cittadini vuole portarle anche all’attenzione del primo cittadino, dott. Gerardo Stefanelli e dell’Assessore alla viabilità Elisa Venturo, la mancata sicurezza per i pedoni che percorrono via Fusco, oggi senso unico. La predetta via, già prima di divenire senso unico, presentava criticità riguardo la viabilità e la sicurezza dei pedoni, condizioni che sarebbero dovute migliorare con la nuova viabilità, ma questo non è avvenuto avendo occupato entrambi i lati della via con le strisce blu per i parcheggi.

Quello che chiede Iossa è: dove dovrebbero camminare i pedoni? Bisognava o meglio bisognerebbe creare un percorso pedonale delimitato, in modo da non farlo occupare da automobilisti indisciplinati. Il senso unico, infatti, doveva migliorare certe condizioni non peggiorarle, e poi non solo abbiamo avuto un aumento della tariffa dei parcheggi (ad esempio il giornaliero è aumentato del 60%), ora vengono anche aumentati gli stalli a pagamento, a discapito proprio della sicurezza dei pedoni e anche dei ciclisti.

Iossa – ricorda al primo cittadino e la sua giunta – che “in un recente consiglio comunale proposi di convertire tutti gli stalli blu occupati dai cassonetti per la raccolta rifiuti, tolti proprio con l’arrivo della raccolta porta a porta, in stalli bianchi non a pagamento, visto che ce n’è carenza sul territorio” e aggiunge “non solo questo non è stato fatto, ma sono stati fatti altri stalli blu a pagamento, tutto solo per fare “cassa” senza offrire servizi migliori a cittadini e turisti. Il piano parcheggi prevede solo l’aumento degli stalli a pagamento? Quando verranno tolti quegli stalli in prossimità di incroci e traverse che non sono a norma? Caro sindaco non vi lamentate che l’opposizione non fa proposte, perché quando le fa non vengono nemmeno prese in considerazione”.

Il consigliere Iossa segnala anche l’ormai quasi completa usura della maggior parte dei passaggi pedonali che, in alcuni casi, sono addirittura non più visibili, e chiede quale sia la programmazione del loro rifacimento? “Ad oggi quasi la totalità dei passaggi pedonali non è più visibile, questo a discapito della sicurezza stradale, anche se in alcuni casi è stata aggiunta la segnaletica verticale”, e aggiunge anche una proposta, ( con la speranza che venga valutata ) istallare sui passaggi pedonali i dispositivi lampeggianti notturni autoalimentati già usati per segnalare i paletti istallati nei mesi precedenti, quindi applicarli su ogni striscia così da migliorare l’attenzione dei passaggi pedonali da parte degli automobilisti, a favore di una maggiore sicurezza per i pedoni.

Iossa conclude invitando il sindaco e la giunta comunale ad agire quanto prima su questi argomenti, e che un territorio come il nostro, dove il turismo può essere il volano dell’economia locale, deve dare la giusta importanza anche a temi come, viabilità, infrastrutture, sicurezza stradale e parcheggi, temi che contribuiscono a favorire proprio l’accoglienza turistica.