Le Olimpiadi di Los Angeles del 1984 possono apparire lontane dalla generazione contemporanea, ma al nome di Daniele Masala tutti i ragazzi presenti presso l’aula magna dell’ IPSEOA “A. Celletti” di Formia si sono alzati per la standing ovation e l’applauso che merita un campione olimpico.

La medaglia d’oro olimpica è stata gradita ospite in occasione dell’azione di progetto “Sportiva…mente” il contributo dello sport nella crescita dell’adolescente organizzata dal dipartimento di Scienze Motorie.

I lavori del convegno sono stati aperti dal Dirigente Scolastico, la Dott.ssa Monica Piantadosi, che ha portato i saluti della comunità scolastica evidenziando come le attività proposte dall’istituto alberghiero siano sempre di spessore didattico, culturale e trasversale con il coinvolgimento dei diversi dipartimenti, in favore dell’apprendimento per gli alunni.

Di seguito il campione olimpico di Pentathon moderno, oggi docente presso la Facoltà di Scienze Motorie all’Università di Cassino, ha saputo attirare le attenzioni della folta platea. Con il supporto di video che riprendevano la sua vittoria ed altre immagini di atleti, ha dialogato con i ragazzi argomentando lo sport nelle sue diverse sfaccettature. “Lo sport”, ha detto Masala” non è una metafora della vita, ma la vita stessa”. Senza mai cadere nella retorica, il vissuto del campione è stato raccontato ai ragazzi come sprono per il loro futuro. Il porsi degli obiettivi, il rispetto delle regole, il valorizzare le proprie qualità e le competenze acquisite, sono elementi fondamentali per individuare le giuste strategie da attuare per raggiungere il risultato finale. “Il programma di allenamento dell’atleta”, ha continuato Masala, “è identico al piano di studio per un alunno, che si affida ai professori, suoi allenatori, per essere valorizzato al meglio dopo il processo di apprendimento, per l’inserimento nella società con il lavoro”.

L’incontro si è concluso con una frase di sprono per tutti i ragazzi “la più bella vittoria è quella che deve avvenire”. Per stimolare gli alunni a credere e prepararsi sempre con entusiasmo per tutto ciò che faranno nella loro vita.

I selfie di rito hanno salutato l’ospite, mentre il dipartimento di SMS è già al lavoro per il prossimo appuntamento con il campione di turno programmato per il prossimo 7 marzo.