Gaeta, denunciata una persona perché trovata in possesso di strumenti atti ad offendere

0
60

Nella giornata di ieri, 20 Settembre 2022, gli operatori della “Squadra Volante” del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gaeta, nell’ambito delle capillari attività di controllo del territorio finalizzate alla prevenzione dei reati in genere, hanno deferito in stato di libertà C.G., cinquantenne pluripregiudicato, originario dell’alto napoletano, perché ritenuto responsabile di detenzione e porto abusivo di strumenti atti ad offendere di cui all’art. 4 Legge nr. 110 del 1975.

In particolare, alle ore 18.00 circa, gli operatori del Commissariato, nel percorrere la Via Lungomare Caboto in località Vindicio, notavano un’autovettura sospetta di colore nero, il cui conducente, verosimilmente per eludere il controllo, rallentava l’andatura e, con manovra repentina, cercava di cambiare direzione di marcia. Immediatamente il personale operante, notata la strana manovra, azionava i dispositivi acustici e luminosi del veicolo di servizio, intimando l’ALT al conducente. 

All’atto del controllo gli occupanti dell’auto scura apparivano vistosamente agitati, difatti non fornivano giustificazioni in merito alla loro presenza sul territorio. 

A seguito degli accertamenti esperiti, che venivano eseguiti anche sul mezzo di trasporto, era possibile ritrovare, occultata nel bagagliaio, una mazza da baseball di colore nero con scritta “BAT” della lunghezza di cm 66(sessantasei) e con circonferenza cm 20 (venti).

Alla luce di tali evidenze, gli agenti, procedevano a denunciare in stato di libertà uno degli occupanti dell’auto, già gravato da precedenti di polizia, per detenzione e porto abusivo di strumenti atti ad offendere.

Inoltre, il personale del commissariato di Gaeta, intimava ai soggetti di lasciare il territorio cittadino.