Impianti di acquacoltura, il Comune di Gaeta richiede alla Regione Lazio un piano a tutela di salvaguardia occupazionale e qualità ambientale

0
120

Gaeta, 30 novembre 2022 – Richiedere alla Regione Lazio un piano a tutela delle imprese esistenti, finalizzato alla costruzione di un corretto iter di delocalizzazione di impianti di acquacoltura attualmente insistenti nell’area sensibile individuata nella delibera di Giunta Regionale n. 116 del 19/02/2010, nel rispetto della salvaguardia occupazionale e della qualità ambientale. 

È questo l’obiettivo della deliberazione del Consiglio Comunale approvata oggi dal Consiglio Comunale, in merito alla Delibera della Giunta della Regione Lazio n. 583 del 19/07/2022, avente ad oggetto l’individuazione e la mappatura delle zone di mare territoriale idonee e precluse all’esercizio dell’attività di acquacoltura e all’approvazione della Carta vocazionale delle zone di mare territoriale della Regione Lazio, come da Legge Regionale n. 16/2020.

«Avviamo una nuova fase – ha dichiarato il Sindaco, Cristian Leccese -, attraverso un atto iniziale di indirizzo per permettere agli uffici un’efficiente gestione del demanio marittimo inerente all’attività di acquacoltura. Attraverso l’apertura di tavoli con le associazioni di categoria, al fine di salvaguardare imprese e lavoratori, vogliamo sottolineare la nostra disponibilità al dialogo e alla più ampia concertazione possibile, con l’intento di definire un percorso da seguire. Per questo, è nostro obiettivo richiedere alla Regione Lazio un piano finalizzato alla costruzione di un corretto iter di delocalizzazione di impianti di acquacoltura, mantenendo uno sguardo attento anche e soprattutto alla tutela ambientale e del nostro mare, il nostro oro blu, che rimane un punto focale della nostra attività amministrativa. Inoltre, in un’ottica di piena collaborazione e perseguendo l’interesse comune, propongo di istituire un’apposita commissione centrata su questa tematica, che potrà vedere la partecipazione dei Consiglieri comunali, per portare avanti in maniera partecipata, insieme agli uffici preposti, proposte da studiare e poi avanzare alla stessa Regione Lazio».

Il Consiglio Comunale ha inoltre approvato i seguenti punti all’ordine del giorno:

–       Revoca deliberazione n. 26 del 29 aprile del 2019, avente ad oggetto “Approvazione del nuovo statuto dei centri anziani del Comune di Gaeta”. Presa d’atto deliberazione Regione Lazio n. 568/2021; con la quale è stata confermata l’istituzione nel Comune di Gaeta di tre centri anziani, di cui il primo nella zona centrale della Città, il secondo nella zona Medievale ed il terzo nella zona d’ingresso Piaja/Calegna/Monte Tortona.

I Centri Anziani si configurano, infatti, come strumento in grado di favorire l’accoglienza di servizi aperti alla comunità e predisposti per rispondere alle varie esigenze della popolazione anziana, e perseguono finalità di solidarietà sociale, culturale e civile a favore degli anziani. Inoltre, rappresentano luogo di incontro, di vita, di relazione, di riunione, finalizzate alla promozione e organizzazione di varie attività, allo scopo di promuovere relazioni interpersonali tra anziani e tra questi e i cittadini delle altre fasce di età esistenti sul territorio.

–       Variazione al Bilancio di Previsione Finanziario 2022/2024 (Art. 175, comma 2, del D. Lgs n. 267).