L’attenzione da parte delle pattuglie della Polizia Stradale di Latina al trasporto merci, ed in  particolare  ai mezzi che trasportano generi alimentari, ha posto in evidenza diverse irregolarità da parte di autotrasportatori.

Nel pomeriggio di sabato, sulla SR148 nel territorio del comune di Latina, dal controllo di un autocarro isotermico si è accertato un trasporto di frutti di mare, nello specifico ostriche e cozze, diretto ad un noto punto vendita di San Felice Circeo,  privi di etichettatura che ne certificasse l’effettiva provenienza. In considerazione del fatto che esiste  allerta per riscontro della presenza del virus dell’epatite A e del Norovirus (virus della famiglia dei Caliciviridae, responsabili di gastroenteriti acute di origine non batterica) per le cozze provenienti da allevamenti di Bacoli (NA) (numero di riconoscimento CE IT 2 CDM) e per le precarie condizioni igienico-sanitarie accertate, si è richiesto l’intervento di personale veterinario della AUSL di Latina che ha disposto la distruzione del carico, all’autotraportatore è stata elevata contravvenzione di euro 2000 per le infrazioni accertate.

Nella mattina di domenica, ad altro autotrasportatore sono stati elevati ben 7 verbali per una serie di infrazioni che comprendono la mancanza della revisione, della documentazione relativa alla merce trasportata, del regolare utilizzo dell’apparato cronotachigrafo per un totale di oltre Euro 2200, oltre ciò il conducente non risultava dipendente della ditta di autotrasporto per cui si provvederà alla segnalazione all’Ufficio del Lavoro. Non si attenueranno i controlli sui trasporti, soprattutto volti a salvaguardare la  salute dei cittadini.