L’immenso amore per l’avventura e la passione per la bicicletta: ecco la storia di Andrea Giana, appena ventenne di Varazze (Genova) che raggiungerà Gaeta per il Festival dei Giovani.

Diplomato in grafica pubblicitaria e fotografia dell’immagine da circa due anni, Andrea è un ragazzo dinamico e sportivo in cerca di quello ‘scatto’ che possa aprirgli le porte definitivamente verso l’attività professionale.

Allora Andrea raccontaci come è nata questa ‘Pazza’ idea di raggiungere Gaeta in bici.

La voglia di realizzare un avventura in bici nasce dal 2011 quando, al milan bicycle film festival, unitamente a mio fratello, rimasi affascinato da un documentario di viaggio fatto in Africa. Pellicola che poi mi ha fatto scoprire una bici, la tall bike, che mi ha ‘sedotto’ grazie alle sue simmetrie e altezze stravaganti.

Come hai scelto le tappe del tuo viaggio?

A dire il vero le tappe le ho scelte calcolando il percorso da sostenere giornalmente. La parte piu dura sarà sicuramente la riviera Ligure, sino a La Spezia dove percorrerò 132Km, la mia prima tappa, piu dura perché ci sono un sacco di pendenze diverse e impegnative da affrontare con una bici alta 2 metri… ma sicuramente la parte più bella sarà la parte da Lucca a Siena e da Siena a Bolsena. non vedo l’ora! in realtà le ho decise di getto, perché se le pazzie van fatte… Van fatte per bene.

Quest’avventura l’affronterai da solo?

Si il viaggio lo affronterò da solo, 700km in solitaria, immerso nella natura e davanti al mare. Una cosa che aspettavo da molto tempo.

In bocca al lupo Andrea, buon viaggio e ti aspettiamo a Gaeta!