Neppure il caldo rovente è riuscito a fermare il lavoro del direttore sportivo Pierpaolo Matarazzo, concentrato nell’allestimento della rosa del Gaeta Sporting Club per la stagione che sta per aprire i battenti. E così, dopo gli arrivi dei terzini Milos Filic e Albert Deda, è la volta di un pivot, che andrà a completare il reparto già composto dal campione italiano Under 20, Daniele Ponticella, e dal confermato Michele Bufoli.
A vestire i colori biancorossi sarà il palermitano Francesco Lodato, classe 1993, 194 centimetri per 100 kg, proveniente dal Kelona Handball Palermo di Serie A2, la stessa società in cui è cresciuto l’ex Gaeta Francesco Aragona. Lodato può vantare anche precedenti esperienze nella massima serie nazionale, avendo militato nel Cus Palermo (2011/2012) e per due annate nella Teknoelettronica Teramo (2012/2014).      

Abbiamo deciso di ingaggiare Lodato – ha commentato il direttore sportivo Pierpaolo Matarazzo –, perché riteniamo possa essere utile la sua presenza fisica per aggiungere peso e fisicità alla nostra fase difensiva. Quest’anno abbiamo allestito una squadra con diversi atleti di altezza superiore ai 190 cm, aggiungendo ai nostri Antetomaso, Ponticella e Bufoli, il terzino serbo Filic, il pivot Lodato e il terzino sinistro Deda. Consegniamo quindi al tecnico Onelli una rosa di giocatori che gli permetterà di poter schierare la squadra sia con la consueta 3 2 1, che con una difesa 6-0 o 5-1”.

Sul fronte partenze, invece, il club gaetano saluta, almeno per il momento, Pierluca Bettini: il campione d’Italia Under 20, con la formula del prestito per un anno, raggiungerà Recchiuti e Aragona al Malo.