Le Fiamme Gialle di Formia donano strumento per la terapia intensiva al “Dono Svizzero” e beni di prima necessita’ alla protezione civile

0
952

I militari della Guardia di Finanza di Formia hanno donato un nuovo traslatore al Reparto di terapia intensiva dell’Ospedale “Dono Svizzero” di Formia, utile allo spostamento dei pazienti ricoverati nonché nuove giacche operative per i volontari della Protezione Civile e sacchi spesa solidali, da devolvere alle persone bisognose.

L’iniziativa nasce dalla volontà di offrire al territorio formiano un ulteriore segno di vicinanza, solidarietà e sinergica collaborazione che si coniuga con gli altri principi che ispirano il servizio quotidiano svolto dalle Fiamme Gialle.

L’odierna situazione emergenziale collegata alla diffusione epidemiologica del contagio da Covid-19, unita allo spirito di Corpo manifestato dai Finanzieri in occasione dell’aggravio delle già precarie condizioni di vita di un collega, venuto poi tragicamente a mancare, ispirava l’iniziativa benefica in argomento. Infatti, la costante assistenza prestata al Luogotenente Michele Sodano, per tutto il suo periodo di degenza presso il Reparto di Terapia intensiva dell’Ospedale “Dono Svizzero” di Formia, ha permesso di toccare con mano la professionalità e la forza di tutto il personale sanitario ivi impiegato con immani sforzi e sacrifici giornalieri, sin dall’inizio della pandemia, nella gestione dei malati di Covid-19 in condizioni critiche.

È questa consapevolezza ha fatto partire l’iniziativa che altro non voleva essere che un minimale ma sentito “grazie” verso chi si occupa della salute della collettività. E’ stata quindi organizzata dai militari una raccolta volontaria finalizzata all’acquisto di strumentazione medica da donare al Reparto, al fine di contribuire a rendere più agevole il lavoro del personale.

La straordinaria adesione ha permesso poi di stendere l’iniziativa anche ai volontari della Protezione Civile, anch’essi impegnati in prima linea nella lotta alla diffusione del Coronavirus e, in particolare, nell’assistenza a favore delle persone in difficoltà, fornendo loro nuove uniformi utili all’impiego negli ormai frequenti scenari emergenziali che caratterizzano ultimamente il territorio pontino.